Formula 1, qualifiche del GP di Singapore: pole position di Leclerc davanti a Perez ed Hamilton

Sul circuito cittadino di Marina Bay a Singapore, dopo tre anni di assenza dal calendario del mondiale, torna a correre la F1 per la diciassettesima tappa del mondiale. La pole la firma Leclerc davanti a Perez ed Hamilton. Sainz 4° e solo 8° Verstappen.

Formula 1, qualifiche del GP di Singapore: pole position di Leclerc davanti a Perez ed Hamilton. 

Le qualifiche si aprono con la Q1 e per tutti i piloti con la scelta della gomma intermedia dato che il circuito non sembra del tutto asciutto, dopo l’acquazzone nelle prove libere. Tutti i piloti ne approfittano per girare continuamente per cercare di trovare il feeling necessario con la macchina, dato che la pista migliora di condizione giro dopo giro. Anche in queste condizioni sono sempre Max Verstappen, leader del mondiale, e Charles Leclerc a “suonarsele” per dimostrare la propria forza. L’olandese firma il primo tempo della prima qualifica davanti ad Hamilton e Leclerc. Il taglio del Q1 fa fuori Bottas, Ricciardo, Ocon, Albon e Latifi.

Il Q2 inizia ancora con la gomma intermedia per tutti, aspettando che la pista si asciughi definitivamente per montare la gomma slick. Leclerc si mette subito in testa dando quasi quattro decimi ai piloti Red Bull posizionati subito dietro di lui. A sei minuti dal termine è proprio Leclerc, titolare del primo tempo, a sorprendere tutti montando le gomme da asciutto in una condizione che, forse, è ancora un po’precaria e mette alla prova tutte le capacità tecniche del pilota. L’Aston Martin segue la scelta del pilota Ferrari e lo copia, ma mentre Leclerc aspetta ai box, Stroll e Vettel scendono in pista. La Ferrari è brava ad aspettare i tempi delle Aston Martin e decide di non rischiare, mondando a Leclerc un nuovo set di gomme intermedie andando contro la scelta del pilota monegasco. La Q2 termina con Leclerc in testa, davanti ad Hamilton, ancora secondo, e Verstappen. Restano esclusi: Russel su Mercedes (per sei millesimi a vantaggio di un ottimo Magnussen), Stroll, Schumacher, Vettel e Zho.

Dove si decide tutto è, però, il Q3. È in questi dodici minuti dove i piloti danno il meglio di loro cercando di tirare fuori il miglior tempo possibile sfruttando ogni cavallo della macchina e ogni centimetro della pista. La Ferrari sceglie subito la gomma slick montando la gomma soft sia a Sainz che a Leclerc. La stessa strategia viene adottata da tutti, tranne che per Tsunoda e Magnussen. I due piloti con le intermedie sono inizialmente avvantaggiati, tanto che Tsunoda si mette in testa provvisoriamente. Basta pochissimo e i piloti con le gomme da asciutto le scaldano e iniziano a “martellare” i tempi. Hamilton vola e si mette in testa complice l’assetto della sua Mercedes che gli permette di scaldare le gomme in un tempo brevissimo. Verstappen non vuole mollare e si mette alla caccia del tempo, prendendosi anche dei rischi incredibili, ma si mette in seconda posizione a tre minuti dalla fine. Leclerc non ci sta e a un minuto dal termine sigla un giro clamoroso che gli vale la pole position in 1’49”412 davanti a Perez ed Hamilton per neanche un decimo. Sainz chiude quarto, mentre Verstappen partirà incredibilmente ottavo.

Per Charles Leclerc si tratta della nona pole position stagionale, un vero e proprio mago della qualifica. Domani alle 14 scatterà si spegneranno i semafori per la partenza della gara e sarà senza dubbio una gara combattutissima, sperando in un ritorno alla vittoria della Ferrari.

Formula 1, qualifiche del GP di Singapore: pole position di Leclerc davanti a Perez ed

LEGGI ANCHE

Commenti
Loading...