MotoGP: Enea Bastianini vince ad Aragon

Enea Bastianini vince il GP di Aragon davanti a Pecco Bagnaia e Aleix Espargarò. Out Quartararo, Nakagami e il rientrante Marquez.

Aragon 2022. È stato un GP ricco di emozioni e colpi di scena, un GP al cardiopalma.

Dopo una partenza “a fionda” di Pecco Bagnaia, durante il primo giro di gara è Marc Marquez a far infiammare la corsa: contatto con il leader del mondiale, Fabio Quartararo, alla curva 5 dopo aver perso il posteriore che scaraventa il francese per terra aprendo uno spiraglio enorme nella rimonda al titolo mondiale per Bagnaia ed Espargarò.

Successivamente, due curve dopo, a causa di un detrito della carena della moto di Quartararo rimasto incastrato nella forcella posteriore di Marquez, il rientrante Marquez si scontra con Nakagami scaraventandolo per terra, con il giapponese che riporterà una microfrattura al polso destro, mentre lo spagnolo deve rientrare ai box per problemi meccanici.

La gara prosegue con Bagnaia leader che impone il suo ritmo ed Enea Bastianini che lo segue a ruota, “martellando” tempi fotocopia giro dopo giro.

A quindici giri dalla fine Bastianini tenta il sorpasso su Bagnaia finendo, però, lungo con Pecco che, approfittando dell’errore del suo compagno di marca, lo ri-infila e tenta la fuga.

I due ducatisti creano un gap di quasi quattro secondi nei confronti degli inseguitori e fino all’ultimo giro non si scambiano posizione.

All’ultimo giro Bastianini trova uno spiraglio e, con un sorpasso capolavoro, infila Bagnaia e si porta al comando della corsa andando a vincere la gara.

Aleix Espargarò chiude terzo davanti a un’ottima Ktm guidata dal sudafricano Binder e a Jack Miller che chiude la top 5.

Buona gara anche per Luca Marini e Marco Bezzecchi, titolari della Ducati del team di Valentino Rossi, che chiudono rispettivamente in settima e decima posizione.

In zona punti anche Cal Crutchlow che subentra ad Andrea Dovizioso dopo essere stato tester ufficiale per Yamaha.

Il motomondiale si è infiammato. La Ducati ha vinto il titolo costruttori, ora solo il mondiale piloti è da decidere. Quartararo è rimasto “bruciato” dopo la caduta di oggi e, con Bagnaia a meno 10, Espargarò a meno 17 ed Enea a meno 48 saranno cinque garetutte da vivere fino all’ultima curva. Che vinca il migliore!

E nel frattempo, compimenti ad Enea! Che capolavoro oggi!

Articolo di Lorenzo Peretti

Enea Bastianini vince il GP di Aragon

LEGGI ANCHE

Commenti
Loading...