fbpx

Milano, il campione del mondo di kickboxing Luca Cecchetti: “A The Art of Fighting 3 vedrete un grande spettacolo.”

Il campione del mondo dei pesi gallo Wako-Pro Luca Cecchetti sosterrà un match di 5 riprese. Il nome del suo avversario sarà annunciato a breve. In palio, per la prima volta, la cintura TAF.

Milano, il campione del mondo di kickboxing Luca Cecchetti: “A The Art of Fighting 3 vedrete un grande spettacolo.”.

Sabato 20 maggio, alle 20.00, all’arena di Monza (4.000 posti) avrà luogo la terza edizione di The Art of Fighting, galà dedicato al pugilato ed alla kickboxing organizzato da Edoardo Germani in collaborazione con la Promo Boxe Italia di Mario Loreni. Presenterà la bravissima conduttrice televisiva Francesca Agnati (conduce ABS Motori in onda il mercoledì alle 20.30 su Canale Italia), coadiuvata dal ring announcer Valerio Lamanna, la voce degli sport da ring in Italia. “Abbiamo ottenuto il patrocinio del Comune di Monza – commenta Edoardo Germani – e questo per noi è molto importante perché il nostro evento è tutto made in Brianza. I nostri atleti sono brianzoli, come la presentatrice Francesca Agnati, la modernissima arena di Monza è il simbolo della professionalità presente nella nostra zona ed infatti non ha nulla da invidiare agli impianti di altre città.”

La terza edizione di The Art of Fighting offrirà sei combattimenti di pugilato ed uno di kickboxing. Nel match clou di pugilato, il campione d’Europa dei pesi gallo Alessio Lorusso (20 vittorie, 8 prima del limite, 4 sconfitte e 2 pareggi) difenderà il titolo contro il britannico di origine camerunense Thomas Essomba (11-8-1) sulla distanza delle 12 riprese.

Il protagonista del combattimento di kickboxing sarà Luca Cecchetti (57-5) che deve combattere spesso in attesa di difendere il titolo mondiale dei pesi gallo Wako-Pro. Il nome del suo avversario sarà reso noto nei prossimi giorni. Le regole saranno quelle dello stile K-1: pugni, calci e ginocchiate. Sarà in palio, per la prima volta, la cintura TAF. “Nella kickboxing non sono solo le federazioni sportive come la Wako-Pro a mettere in palio le cinture – spiega Luca Cecchetti – ma anche società private come One Championship. Per questo abbiamo voluto creare la cintura TAF. Vincerla sarà un bel biglietto da visita per chi vuole fare strada nella kickboxing professionistica.”

Segui La Milano sul nostro canale Whatsapp

Nato il 24 novembre 1990 a Giussano (Monza e Brianza), residente a Meda, Luca Cecchetti è stato anche campione del mondo dei pesi piuma Wako-Pro dal giugno 2017 al settembre 2019. La Wako-Pro è la più importante federazione di kickboxing su scala globale ed aver vinto il titolo mondiale in due categorie di peso rende Luca Cecchetti uno dei migliori atleti della sua generazione.

ùLuca è appena tornato da San Diego, in California (USA) dove ha partecipato al festival IHRSA con l’azienda Uptivo per la quale ha elaborato il metodo di allenamento Uptivo Boxing. Rientrato In Italia ha ripreso ad allenarsi in vista del combattimento del 20 maggio all’arena di Monza, come spiega lui stesso: “Mi alleno nella mia palestra, il Green Training Club a Lissone, e presso le palestre Kick and Punch di Angelo Valente a Milano e Pieve Emanuele. Come avversario, il 20 maggio, vorrei il portoghese Fredo Cordeiro che avrei dovuto affrontare a The Art of Fighting 2, ma pochi giorni prima ha rinunciato ed è stato sostituito da Hamada Azmani (che ho battuto). Per trovare l’avversario sto parlando con Massimo Liberati e Stefano Baldi della Lega Pro Italia, che fa parte della Federkombat (la federazione di kickboxing riconosciuta dal Coni). Il match del 20 maggio sarà il terzo che sosterrò da quando sono diventato campione del mondo dei pesi gallo Wako-Pro nel clou della Night of Kick and Punch 12 Black Tie Edition svoltasi il 18 giugno 2022 nella prestigiosa Reggia di Venaria a Venaria Reale (Torino). Voglio difendere presto il mondiale e credo che a breve il
combattimento sarà annunciato ufficialmente. Oltre che con i miei sparring partner abituali, mi sono allenato due volte con il campione d’Europa di pugilato Alessio Lorusso e nei prossimi giorni dovrei allenarmi di nuovo con lui. La qualità degli sparring partner è fondamentale perché è necessario prepararsi con atleti di alto livello per combattere contro avversari di alto livello. Alcuni avversari, spesso, si rivelano più forti del previsto. E’ il caso di Silviu Vitez che ho superato ai punti nella prima edizione di The Art of Fighting, il 19 marzo 2022 al PalaMeda. Il match è stato equilibrato ed alla fine delle tre riprese previste era sicuro di aver vinto lui. Infatti, prese il microfono è disse: “Facciamo un altro round, qui e adesso!”. In seguito, Vitez è diventato campione del mondo dei pesi leggeri Wako-Pro e poi ha firmato per One Championship, la più importante organizzazione di sport da combattimento in Asia. I risultati che Vitez ha ottenuto rendono ancora più rilevante la mia vittoria e fanno capire al pubblico la qualità degli atleti che ingaggiamo. Vale anche per The Art of Fighting 3. Venite all’arena di Monza il 20 maggio, vedrete un grande spettacolo!”

All’arena di Monza, saliranno sul ring anche i pugili Momo El Maghraby (5-0), Francesco Paparo (2-0-1), Alessio Spahiu (3-0) e Morgan Moricca (1-0, ha esordito nel professionismo venerdì scorso al PalaLido di Milano). I nomi dei loro avversari sanno annunciati a breve. Una sfida che promette scintille è quella tra i pesi massimi leggeri Jonathan Kogasso (7-0 con 5 vittorie prima del limite) ed il moldavo Sergiu Sinigur (6-0 con 5 vittorie per knock out). Jonathan Kogasso è nato in Congo, ma si allena a Voghera con il maestro Vincenzo Gigliotti, pugile professionista dal 1995 al 2014 che ha vinto il titolo italiano dei pesi supergallo ed ha combattuto per l’europeo ed il mondiale.

I biglietti costano 30 euro (tribuna) e 55 euro (parterre) e si possono acquistare sul sito Made Ticket.it.

Milano, il campione del mondo di kickboxing Luca Cecchetti: “A The Art of Fighting 3 vedrete un grande spettacolo.”

Riproduzione riservata © Copyright La Milano

×