MILAN-LAZIO: LE PAGELLE DEI ROSSONERI

209

Ecco le pagelle di Milan – Lazio.

MILAN 6
Nonostante una sconfitta che nell’economia della classifica pesa enormemente, è stato un buon Milan che a tratti, specie nella prima frazione di gioco è stato superiore ai biancocelesti.

DONNARUMMA 6-
Non ha colpe su entrambi i gol subiti, ma non è perfetto in un paio di uscite.

CALABRIA 5
Non vive un buon periodo di forma e lo si vede anche stasera: la Lazio crea pericoli soprattutto dalla sua parte. San Siro non lo aiuta e i tifosi rossoneri gli riservano i fischi.

DUARTE 5
In costante affanno sui tagli degli attaccanti biancocelesti. Un lontano parente rispetto all’ottima prestazione fornita la scorsa giornata.

ROMAGNOLI 5,5
Prezioso con un paio di interventi nel chiudere lo specchio della porta agli avversari, ma va in affanno anche lui quando arrivano i tagli delle mezze ali biancocelesti.

T. HERNANDEZ 6
Prestazione dalla doppia faccia. Ottimo in fase offensiva: suo il cross che porta al gol del momentaneo pari rossonero. Male nella fase difensiva in cui soffre spesso le accelerate di Lazzari.

BENNACER 6,5
Dopo un quarto d’ora in difficoltà, prende con personalità e dinamismo le chiavi del centrocampo rossonero gestendo il possesso con sapienza e lucidità.

KRUNIC 6
Se Milinkovic non entra mai in partita il merito è tutto del bosniaco. Gioca con personalità e quando ha spazio si propone in fase offensiva. Cala vistosamente nella ripresa

PAQUETA 6
Costantemente nel vivo dell’azione varia giocate di qualità a errori grossolani dovuti ad un’eccessiva sicurezza nei propri mezzi. Clamorosa l’opportunità sprecata nel primo tempo solo davanti a Strakosha.

CALHANOGLU 6+
Testa alta e visione di gioco, delizia i tifosi rossoneri con giocate di qualità e quantità. Nel finale si perdono un po’ le sue tracce.

CASTILLEJO 6,5
Il migliore dei rossoneri fino al cambio forzato. Una spina nel fianco per la difesa avversario. Lo spagnolo prova a rendersi pericoloso con un paio di conclusioni insidiose dalla distanza

PIATEK 5
Fa a sportellate con i tre centrali della Lazio e fin troppo spesso molle e impacciato. Non è la sue serata anche se un suo tocco manda fuori tempo Bastos causando l’autogol del momentaneo pari rossonero.

REBIC 5 (entrato al 35′)
Appena entrato, ha subito la chance di entrare nel tabellino dei marcatori ma fallisce incredibilmente da ottima posizione. Si dissolve nell’anonimato per il resto della partita.

LEAO 5 (entrato al 53′)
Una fiammata e poco più per il portoghese che non incide e duetta poco con Piatek.

BONAVENTURA s.v. (entrato all’ 85′)

PIOLI 5,5
A differenza delle precedenti gare, i cambi del tecnico rossonero hanno portato ad un’involuzione dell’undici iniziale evidenziando una tenuta atletica dei subentrati totalmente da rivedere.

#ACMilan.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...