INTER – FROSINONE: LE PAGELLE DEI NERAZZURRI

189

Handanovic 6

Un tranquillo allenamento, però con i piedi è decisivo su una schiacciata di testa di Ciofani.

D’Ambrosio 6,5

Sicuro in difesa, spinge in avanti, questa sera è una garanzia.

Skriniar 6,5 

Solita partita concreta, anche se questa sera non ha avuto molto lavoro in difesa.

De Vrij 6,5

Una tranquilla serata, nessuna sbavatura.

Asamoah 7

In difesa non ha tutto questo lavoro ma è sempre sicuro, in avanti si sente la sua spinta: gioca semplice ed è sempre una risorsa.

Gagliardini 6,5

Partita ordinata, qualche guizzo, soprattutto una ritrovata sicurezza dopo la sbandamento di Bergamo.

Valero 7

Tesse la tela con pazienza, c’è il suo piede su molte giocate. Non fa niente di spettacolare ma muove gli ingranaggi della catena con soluzioni semplici e porta ordine. 

Nainggolan 6

La condizione cresce, ce la mette tutta ma ha bisogno ancora di un po’ di tempo. Però ci prova sempre.

Politano 7,5

Il solito infaticabile motorino: se ne sono accorti anche alla Uefa. A San Siro lo sapevano già che può fare male, sempre.

Keita 8

La partita che ci voleva: due gol, assist, salta quasi sempre l’uomo. Questa sera è lui il match winner. Se il buongiorno si vede dal mattino…

Martinez 7

Presenza pesante in area, ci prova più volte ma la mira non lo aiuta. Però è sempre lì, non molla, fino a quando segna un gran gol di testa. Il toro c’è.

Joao Mario 6,5

La conferma che è tornato: anche con pochi minuti, nel momento più facile della partita, conferma le ottime sensazioni di Lazio e Genoa.

Icardi 6

Pochi minuti, ma entra come se l’Inter fosse sotto: non molla una palla. 

Candreva 6

Ci prova due volte, di testa e di piede. Con 8’ non poteva fare di più e il risultato era giù al sicuro. 

Spalletti 7,5

Dopo la giornata da incubo di Bergamo azzecca la formazione e i cambi. E ridà fiducia all’ambiente. 


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 

Commenti
Loading...