Coronavirus, si ferma lo sport

Nessuna manifestazione avrà luogo domenica 23 febbraio in Veneto e Lombardia. C’è l’annuncio del ministro dello Sport Vincenzo Spadafora.

È la conseguenza inevitabile dell’emergenza Coronavirus dopo i primi casi di contagio in Italia. Dopo una giornata di attesa in serata il premier Conte ha dichiarato che “il ministro Spadafora ha già annunciato la determinazione a sospendere tutte le attività sportive programmate per domani in Veneto e in Lombardia”. Spadafora ha infatti mandato una lettera al presidente del Coni Malagò in cui chiede “di farsi interprete presso tutti i competenti organismi sportivi dell’invito del governo a sospendere tutte le manifestazioni sportive di ogni ordine e grado e disciplina (quindi anche la Serie A, ndr) previste nelle Regioni Lombardia e Veneto per la giornata di domenica 23 febbraio”.
Il rinvio più rilevante fino a questo momento era stato quello di Ascoli-Cremonese, 25° turno di Serie B, in programma alle 15. La situazione comunque è in continua evoluzione e altre partite potrebbero essere rimandate.

In Serie A, dunque,  rinviate tre gare di campionato:
Atalanta-Sassuolo
Verona-Cagliari
Inter-Sampdoria


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...