COPPA ITALIA, SAMPDORIA-MILAN 0-2: CUTRONE MANDA I ROSSONERI AI QUARTI

365

A Marassi la doppietta di Cutrone, nei supplementari, regala il pass per i quarti alla squadra di Gattuso, che ritrova un ispirato Conti, autore dell’assist del vantaggio. Strepitosa la prova di Reina che salva il risultato in un paio di occasioni

Buona la gara del neo acquisto Paquetà che dimostra grandi doti tecniche e di inserimento. Perfetta la gestione dei cambi del tecnico rossonero.

LE FORMAZIONI

Alla prima convocazione, Gattuso lancia dal 1′ Paquetà come mezzala  e fa poco turnover in vista del match di Supercoppa contro la Juventus. Tridente offensivo composto da Castillejo-Higuain-Calhanoglu. Ancora panchina per Cutrone e Conti.   

SAMPDORIA: 4-3-1-2: Rafael; Sala, Andersen, Tonelli, Murru; Praet, Ekdal, Linetty(20′ Jankto); Ramirez(77′ Saponara); Caprari(94′ Defrel), Quagliarella(95′ Kownacki).

MILAN: 4-3-3: Reina; Abate(99′ Conti), Zapata, Romagnoli, RodriguezKessié, Bakayoko, Paquetà(84′ Borini); Castillejo (91′ Cutrone), Higuain(112′ Laxalt), Calhanoglu.

LA CRONACA

Buon avvio di gara dei rossoneri che si rendono pericolosi con una serie di tentativi, sulla destra, da parte di Castillejo, ma i suoi tentativi vengono prontamente respinti dalla difesa doriana. Al 20′ i padroni di casa sono costretti al cambio forzato: Linetty lascia il campo a causa di una brutta distorsione, al suo posto Jankto.  
Dopo la sostituzione, la squadra di casa prende fiducia e con una notevole qualità di palleggio costringe il Milan a difendersi nella propria metà campo. Al 30′ buona occasione per Ramirez: dalle retrovie Murru trova con un perfetto filtrante l’uruguaiano che, ritrovandosi a tu per tu con Reina, tenta di beffarlo con un tocco sotto, ma il portiere rossonero con una pronta uscita salva il risultato. Al 40′ ci prova ancora Ramirez dalla distanza, ma la sua conclusione è facile preda di Reina. Al 43′ la migliore occasione della partita per il Milan: Kessié con una perfetta verticalizzazione serve Higuain che conclude con un diagonale che termina di un soffio sulla destra. Un minuto dopo sul cross di Abate, dalla destra, Castillejo, indisturbato, non trova la porta di testa e spedisce la sfera sopra la traversa. La prima frazione di gioco si chiude sullo 0-0.

Partenza convinta ad inizio ripresa del Milan che si rende pericoloso prima con una bella azione individuale di Bakayoko e un tentativo dalla distanza di Castillejo. Al 68′ Milan vicinissimo al gol: dalla destra, Castillejo rientra e mette in mezzo un interessantissimo traversone sul secondo palo, sul quale si avventa Calhanoglu che non trova lo specchio della porta per una questione di centimetri. Al 73′ forte conclusione dalla distanza di Paquetà che termina di poco a lato. Al 75′ sugli sviluppi di un corner viene annullato un gol a Higuain per fuorigioco. Al 77′ ottima occasione per la Samp: Caprari imbuca centralmente per Quagliarella che, da posizione favorevole conclude sull’esterno della rete. All’ 80′ Saponora, appena entrato, controlla bene il passaggio in area e tira subito una rasoiata che però esce di un soffio sulla sinistra. La Sampdoria alza il ritmo e va ancora vicina al gol con una bella conclusione dal limite di Ekdal che Reina, in bello stile, devia in calcio d’angolo. All’ 88′ grande sassata dalla trequarti di Kessié che va vicino all’incrocio dei pali. Dopo 94′ la partita non riesce a sbloccarsi e si andrà ai supplementari.

Nell’extra-time Gattuso effettua subito un cambio: dentro Cutrone al posto di Castillejo. Al 93′ ottima occasione per i padroni di casa con Ekdal che, da due passi, spara il pallone incredibilmente alto. Al 96′ Samp va ancora vicina al gol: Saponara, a tu per tu con Reina, si fa murare la conclusione in angolo. Dal corner seguente, è ancora il portiere rossonero a tenere in vita i suoi con una doppia prodezza: prima sul colpo di testa di Ekdal e poi sul tentativo ravvicinato del neo entrato Kownacki . Al 99′ Conti prende il posto di Abate. E proprio il terzino si rende protagonista del vantaggio rossonero: al 103′ Conti mette un interessante traversone che Cutrone al volo deposita nell’angolino basso per il momentaneo 0-1. 

Nel secondo tempo supplementare, al 107′ , da posizione ravvicinata, il colpo di testa di Kownacki sbatte contro la strepitosa reattività di Reina che salva lo 0-1. Al 108′ il Milan raddoppia: splendido lancio di Calhanoglu verso un isolato Cutrone che, dal limite dell’area di rigore, sfruttando un’indecisione nell’uscita di Rafael, rimane lucido e con un delizioso pallonetto deposita il pallone in rete, per la propria doppietta personale. Al 119′ Kownacki prova a farsi perdonare con un tiro dalla distanza ma Reina è insuperabile quest’oggi. Il Milan torna alla vittoria in trasferta e vola ai quarti di finale di Coppa Italia.

CAMBI DECISIVI

Alla lunga, la gestione dei cambi di Gattuso ha fatto la differenza: Cutrone e Conti portano il Milan ai quarti di Coppa Italia dove affronterà la vincente di Napoli-Sassuolo.
E mentre a Milanello si discute del futuro di Higuain, e il neo acquisto Paquetà aveva rispedito Cutrone in panchina, il campioncino rossonero fa quello che sa fare meglio: subentra e segna. Il giovane centravanti raggiunge quota 9 gol stagionali e diventa sempre più un fattore: un capolavoro balistico il gol del raddoppio rossonero.

Un passaggio del turno che permette al Milan di arrivare col morale alto alla sfida di Supercoppa contro la Juventus. A Jeddah, alle 18:30, la squadra di Gattuso avrà l’opportunità di sollevare il primo trofeo stagionale.
Higuain, rimasto a secco nella sfida di Coppa Italia, ha un conto aperto con questa sfida e il match di mercoledì potrebbe anche rappresentare la svolta della sua stagione rossonera.

#ANewMilan.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...