MILANO: “VESPERBILD”, LA MOSTRA CHE PORTA ALLE ORIGINI DELLA PIETÀ DI MICHELANGELO

309

Milano, 12 gennaio 2019. Presso le Sale dell’Antico Ospedale del Castello Sforzesco è possibile, fino a domani domenica 13 gennaio, visitare la mostra ad ingresso libero “Vesperbild. Alle origini delle Pietà di Michelangelo”.

La mostra racconta la fortuna iconografica del tema ‘Vesperbild’ – l’ ‘immagine del vespro’, che in Italia prende il nome di Pietà – attraverso quasi due secoli di storia: dalle prime sculture lignee della valle del Reno del ‘300 fino alla Pietà vaticana di Michelangelo (1497-1499), di cui è esposto un prezioso calco del 1975 proveniente dai Musei Vaticani. Una narrazione affascinante che ripercorre e mostra la diffusione e il successo di questo soggetto, attraverso una selezione di opere declinate in forme diverse: dipinti, disegni, stampe, sculture, miniature.

Lungo l’intenso percorso espositivo, potranno essere ammirati la Pietà di Vittore Carpaccio, per la prima volta esposta al pubblico (oggi in collezione privata) e i lavori di grandi artisti italiani quali Lorenzo di Pietro detto il Vecchietta, Cosmé Tura, Francesco del Cossa, Ercole de’ Roberti, Giovanni Bellini, Perugino.

Oltre 30mila visitatori, da ottobre a oggi, hanno già potuto ammirare il percorso di 24 opere che provengono da importanti istituzioni internazionali – come il Musée du Louvre, il British Museum, il Victoria and Albert Museum e la Liebieghaus di Francoforte sul Meno – ma anche italiane e milanesi, come la Biblioteca Trivulziana e il Museo Poldi Pezzoli.

La mostra è promossa dal Comune di Milano | Cultura e curata da Antonio Mazzotta (Università degli Studi di Milano) e Claudio Salsi (Direttore Area Soprintendenza Castello, Musei Archeologici e Musei Storici del Comune di Milano), con la collaborazione di Agostino Allegri (Università degli Studi di Milano) e Giovanna Mori (Conservatore responsabile Museo della Pietà Rondanini – Michelangelo).

Il catalogo della mostra, edito da Officina Libraria, composto da un ampio saggio di Antonio Mazzotta e Agostino Allegri – arricchito da un’introduzione di Salvatore Settis – rappresenta il primo studio, ampio e comprensivo in lingua italiana sulla fortuna di questo tema in Italia. Il volume è inoltre corredato da interventi di Claudio Salsi, Giovanna Mori e Andrea Perin.  

Articolo di Settimio Martire


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...