fbpx

Serie A, 13^ giornata: il Milan ritrova i tre punti, Mazzari vince a Bergamo

Camarda fa la storia: il 15enne attaccante rossonero è il più giovane ad esordire in Serie A

Serie A, 13^ giornata: il Milan ritrova i tre punti, Mazzari vince a Bergamo.

Salernitana-Lazio (2-1)

La formazione di casa non vince in Serie A da 13 giornate di fila. Gli ospiti sono reduci dal pareggio nel derby della Capitale con la Roma. Viste le assenze per infortunio di Dia e Tchaouna, restano poche alternative per Inzaghi, che sceglie il duo CandrevaKastanos a supporto di Ikwuemesi. Sarri risponde con il tridente formato da Immobile, Zaccagni e Felipe Anderson.

Al 24’, si stampa sulla traversa un tiro clamoroso di Bohinen, con Provedel che la tocca appena prima di deviarla. Rete di Immobile al minuto 43. Il capitano biancoceleste trasforma dagli 11 metri, dopo aver subito la trattenuta di Gyömbér che ha portato al penalty. Il momentaneo pareggio dei padroni di casa arriva nella ripresa, dai piedi di Kastanos. Candreva anticipa di testa sul primo palo dopo un cross dalla destra di Daniliuc. La palla viene deviata da Provedel, che arriva però sui piedi di Kastanos. Facile imbucata da due passi. Il gol del definitivo vantaggio della squadra di Inzaghi è un autentico eurogol di Candreva, ex della partita. Il fantasista granata si inventa un bolide imprendibile dai 30 metri.

salernitana

Segui La Milano sul nostro canale Whatsapp

 

Atalanta-Napoli (1-2)

Grande attesa per il debutto in panchina di Mazzarri. Il tecnico toscano torna ad allenare i partenopei dopo l’esordio di Garcia. Gasperini sceglie il tandem De Ketelaere-Lookman, con Koopmeiners a supporto in trequarti. Il Napoli entra in campo con il tridente formato da Raspadori, Politano e Kvaratskhelia. Pronto a subentrare il recuperato Osimhen.

Partono meglio gli ospiti, con Rrahmani che batte di testa Carnesecchi al minuto 34. L’arbitro convalida il gol, ma interviene subito il Var: rete annullata per fuorigioco. Il vero 0-1 arriva al 44’. Kvara scavalca di testa il portiere avversario, sfruttando alla grande l’assist di Di Lorenzo. Il momentaneo pareggio dei bergamaschi è firmato da Lookman. L’attaccante salta più in alto di tutti in area al 53’ sul cross di Hateboer. Battuto Gollini, ex della partita.

Il vantaggio che regala tre punti a Mazzarri arriva a 10 minuti dal termine. La rete è di Elmas. Disastroso rinvio di Carnesecchi intercettato da Cajuste, il subentrato Osimhen prolunga abilmente per il centrocampista macedone, che la mette dentro da distanza ravvicinata. La vittoria in trasferta contro la squadra di Gasperini, dà fiducia al Napoli, ora quarto da solo a quota 24 punti.

kvara

 

Milan-Fiorentina (1-0)

I rossoneri sono a caccia della riscossa in campionato, nelle ultime partite solo due pareggi e due sconfitte. I viola arrivano a San Siro per provare a proiettarsi in zona Champions. Pioli, vista l’emergenza totale in attacco (Giroud squalificato e Leao fuori per infortunio), schiera Jovic come prima punta con ai lati Pulisic e Chukwueze. Pronto ad entrare a partita in corso il 15enne Camarda, chiamato dalla Primavera. Italiano risponde con Beltran dal primo minuto, alle sue spalle il trio formato dall’ex Bonaventura, Sottil e Nico Gonzalez.

La prima scintilla del match arriva al 23’ dai piedi di Pulisic che calcia di potenzadal limite, con Terracciano che riesce a deviarla in angolo. Grande occasione per la Fiorentina prima della fine del primo tempo. Recupero alto della squadra di Italiano, Duncan serve Nico Gonzalez che dal limite prova il tiro a giro. La palla vola alta sopra la traversa. Un minuto prima della pausa, Theo entra nell’area viola lanciato in velocità. Parisi lo stende: l’arbitro Di Bello indica il dischetto. Il terzino francese si presenta dagli 11 metri e spiazza Terracciano.

Palo della Fiorentina al minuto 62. Nico Gonzalez vince un duello con Tomori e prova il tiro dalla destra. La palla viene deviata dal difensore inglese prima di scheggiare il palo alla destra di Maignan. Al 75’ Jovic spreca un’occasione gigantesca. Theo lo serve in area, ma l’attaccante calcia clamorosamente addosso al portiere avversario. Al minuto 83, San Siro si fa sentire: grandi applausi e cori per lo storico esordio del 15enne Francesco Camarda. Il numero 73, considerato un predestinato, è il più giovane giocatore ad esordire in Serie A. Nel finale, Maignan si esibisce in un vero e proprio miracolo su un colpo di Mandragora a botta sicura da corner.

camarda

Riproduzione riservata © Copyright La Milano

×