CAGLIARI-MILAN 0-2: LEAO & IBRA DOMANO I SARDI

Alla Sardegna Arena va in scena un ottimo Milan che ritrova i tre punti grazie ad un’ottima prestazione dei suoi attaccanti. Il 4-4-2 degli uomini di Pioli produce i suoi frutti: i rossoneri sono equilibrati dietro e accompagnano bene le manovre d’attacco nei confronti di un Cagliari mai in partita. In grande spolvero Castillejo e Kessié.

LE FORMAZIONI

CAGLIARI: 4-3-2-1: Olsen; Farago, Pisacane, Klavan, Pellegrini; Nandez(76′ Ionita), Cigarini, Rog(76′ Castro); Nainggolan, Joao Pedro; Simeone(68′ Cerri).

MILAN: 4-3-3: Donnarumma; Calabria(74′ Conti), Musacchio, Romagnoli, T.Hernandez; Castillejo, Kessié, Bennacer, Calhanoglu(64′ Bonaventura); Ibrahimovic, Leao(90′ Rebic).

LA CRONACA

Per la trasferta sarda, Pioli rivoluziona il suo Milan schierando un inedito 4-4-2 lasciando in panchina Suso, Bonaventura e Piatek. Buon avvio di gara degli ospiti che intorno al 17′ si rendono pericolosi col solito T.Hernandez. Il francese, servito grazie ad un preciso filtrante di Calhanoglu in area di rigore, da posizione leggermente defilata, conclude verso lo specchio della porta impegnando i riflessi di Olsen che si rifugia in calcio d’angolo. Al 31′ rossoneri vicinissimi al gol in due circostanze: dalla sinistra Leao mette in mezzo un cross profondo sul secondo palo che Ibrahimovic di testa reindirizza sul palo lontano del portiere, ma uno straordinario intervento dell’estremo difensore cagliaritano impedisce alla palla di entrare, mandandola a sbattere contro il palo. Dal calcio d’angolo successivo, la sfera arriva sul secondo palo, dalle parti di Leao che, in stiramento, non riesce ad avere la lucidità per colpire bene il pallone e indirizzarlo in porta. C’è anche il Cagliari in campo: al 37′ splendida intuizione di Nandez  dalla trequarti che prova a sorprendere con un pallonetto Donnarumma visto leggermente fuori dai pali. Il numero uno della Nazionale, però, è bravo a non farsi cogliere impreparato e riesce in due tempi ad evitare di subire un eurogol. Una bella prima frazione di gioco disputata dai rossoneri termina sul parziale di 0-0.

Al rientro delle squadre dagli spogliatoi, il Milan trova subito il vantaggio: al 46′ splendido lancio millimetrico dalla metà campo di Castillejo per Leao. Il portoghese aggancia il pallone in area e conclude verso la porta, ma il suo tentativo, deviato da un difensore avversario, fa assumere alla palla una traiettoria a palombella che va ad insaccarsi alle spalle del portiere avversario. Il Cagliari prova a rendersi pericoloso nella metà campo rossonera: su un cross dalla trequarti di Nainggolan, Simeone prova la giocata della giornata tentando una rovesciata che non impensierisce un attento Donnarumma. Al 64′ arriva il meritato raddoppio rossonero: cross rasoterra arretrato di T.Hernandez in area di rigore per l’accorrente Ibrahimovic, che, di prima intenzione col piede mancino, infila il pallone sul palo lontano alle spalle di un incolpevole Olsen. Al 74′ il Milan perde Calabria, costretto ad arrendersi per una distorsione alla caviglia: al suo posto Conti. All’81 Ibra realizza il secondo gol della giornata, ma Abisso segnala una posizione di offside, e annulla giustamente il gol. Nel finale, nonostante i 6 minuti di recupero, i rossoneri amministrano magistralmente gli ultimi e vani tentativi d’attacco dei padroni di casa. Per il direttore di gara può bastare: il Milan batte il Cagliari per 0-2.

#ACMilan.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...