Messina, “Natale di RiNascita”: mostra permanente di fotografie e proiezione di tre video in via San Filippo Bianchi

Messina, presente l’Assessore alla Cultura Enzo Caruso, nell’ambito del progetto comunale “Natale di RiNascita”, l’Associazione culturale ApolloSpazioArte ha presentato giovedì 9, “Arreda la tua città”, rendendo omaggio in via San Filippo Bianchi alla bellezza di Messina attraverso l’esposizione di fotografie permanenti collocate negli archetti della via, dedicate alla città dello Stretto, e con tre video nella sala Fasola. La mostra permanente ospita fotografie di Alessia Borgia, Mimmo Irrera, Francesco Libro, Marcello Mento, Silvio Ruvolo e Matteo Savatteri. Sempre allo stesso orario, all’Auditorium “Fasola”, sono stati presentati tre brevi video ma di grande impatto visivo: “Le fontane di Messina”, “Messina” e “Villa Cianciafara” di Mimmo Irrera ed Emilio Velletri, introdotti dal prof. Franz Riccobono.

Insieme all’Assessore Caruso erano presenti all’incontro l’imprenditrice e Presidente dell’Associazione “ApolloSpazioArte” Loredana Polizzi, Fabrizio La Scala della Multisala Apollo e il Presidente della Confesercenti Messina Alberto Palella. I video presentati saranno acquisiti dal Comune, che li utilizzerà per la promozione del territorio, destinandoli ai visitatori che sbarcheranno dalle navi a Messina. “In particolare – ha spiegato l’Assessore Caruso – verranno proiettati sul maxischermo di prossima installazione su largo Minutoli, che sarà attrezzato per l’accoglienza dei croceristi in accordo con l’Autorità portuale”.

“Riempiamo gli archetti della panchina con meravigliose fotografie della nostra città – ha aggiunto l’imprenditrice Loredana Polizzi, Presidente dell’Associazione “ApolloSpazioArte”. Ci auguriamo di essere imitati, affinché Messina possa essere di tutti e soprattutto riesca a coinvolgere la comunità in idee, fantasia e voglia di fare, senza aspettare che altri facciano per noi. Il progetto comunale dà modo ai cittadini più fantasiosi di esprimere idee che rendano belli e originali gli angoli di Messina”.

LEGGI ANCHE

Commenti
Loading...