Messina, il Comune al lavoro in via Dina e Clarenza, e nelle vie Boner, Fossato e Gasparro

L'Amministrazione comunica i provvedimenti viari alla cittadinanza

Messina, L’Amministrazione Comunale è all’opera per i lavori di recupero e risanamento conservativo della casa canonica e del Santuario S. Maria di Montalto, oltre che per interventi di riqualificazione del verde urbano. Di seguito i comunicati che avvisano la cittadinanza dei provvedimenti viari intrapresi per la realizzazione delle opere di cui sopra.

Via Dina e Clarenza

“Per consentire l’esecuzione di lavori di recupero e risanamento conservativo della casa canonica e del Santuario S. Maria di Montalto, sono stati adottati provvedimenti viari. Pertanto sino al 3 luglio sarà interdetto il transito pedonale in parte dello slargo del marciapiede di via Dina e Clarenza, antistante l’accesso al Santuario, al fine di destinarla ad area di cantiere per collocazione di ponteggio e materiali, lasciando libera una parte in adiacenza alla carreggiata stradale, per garantirne in sicurezza la continuità; saranno inoltre vietati la sosta 0-24 ed il transito nell’area esterna alla carreggiata stradale di via Dina e Clarenza, adibita alla sosta veicolare, per il posizionamento dei mezzi d’opera e le attrezzature di cantiere”.

Pubblicità Online, Guest Post, Banner, Redazionali, Link Building
Vie Boner, Fossato e Gasparro

“Interventi di potatura ordinaria mirata alla sagomatura ed al contenimento delle chiome, a cura della ditta Ital Costruzioni, saranno effettuati sino a lunedì 29, nelle vie Boner, tra le vie Porto Salvo e Torrente Trapani; Fossata, tra le vie M. D’Arrigo e Placida; e in via Gasparro. Nei tratti interessati dai lavori di riqualificazione del verde pubblico, nella fascia oraria 6-17.30, sarà vietata la sosta su entrambi i lati, per i singoli tratti di intervento giornaliero, provvedendo ad interdire il transito pedonale nei corrispondenti tratti di marciapiede, indirizzando, con idonea segnaletica stradale, i pedoni nei tratti di marciapiede sul lato opposto e garantendo l’accesso a tutti gli ingressi ivi presenti, per mezzo di idonee protezioni superiori e laterali, al fine di consentire il posizionamento dei mezzi d’opera necessari. La parte di carreggiata stradale occupata dai mezzi impegnati negli interventi dovrà essere opportunamente delimitata e la circolazione stradale garantita e regolamentata nella restante parte, provvedendo ad istituire il senso unico alternato di circolazione in quelle strade a doppio senso in cui a causa dei lavori non è possibile mantenerlo contemporaneamente. I lavori dovranno essere effettuati con esclusione delle fasce orarie 7.15-8.45 e 13-14.15”.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...