Temperature in aumento ed estate in arrivo: tra mare e piscina, a cosa fare attenzione

Anche se siamo a maggio, sembra di essere già in piena estate, per via delle temperature che iniziano a farsi bollenti, e per l’effettiva vicinanza dell’apertura della stagione balneare, che oramai dista poche settimane. È importante sì godersi il momento, ma senza per questo distrarsi, dato che nel periodo estivo aumentano anche i problemi relativi alla pelle e alle infezioni, giusto per fare un paio di esempi. Vediamo nello specifico di che si tratta.

Micosi

Il primo disturbo che menzioniamo è anche uno dei più diffusi, ovvero la micosi. Si tratta di un’infezione fungina della pelle, ma che può riguardare anche il cuoio capelluto e altri tessuti come le unghie. I sintomi della micosi includono prurito, arrossamento e desquamazione della pelle, fino al punto di creare delle vere e proprie piaghe. La micosi viene spesso trattata con creme antimicotiche o farmaci orali, ma nei casi più gravi può essere necessario un intervento chirurgico per rimuovere il tessuto colpito, come avviene per le unghie. Una particolare infezione micotica può colpire la zona genitale, soprattutto femminile, dando origine alla candida. Si tratta di un disturbo diffuso specialmente d’estate e, per non rovinarsi le vacanze, è bene essere opportunamente informati circa i rimedi della candida vaginale, anche ricorrendo al web. I sintomi, tra cui forte prurito e rossore, sono infatti molto fastidiosi. Prevenire il disturbo è possibile, ma non si può evitare di consultare un medico in caso si palesino i sintomi.

Virus gastrointestinali

Si passa ai virus gastrointestinali, molto diffusi in estate, a causa del maggiore contatto con altre persone e superfici contaminate da virus e batteri. Lavarsi bene le mani prima di consumare i pasti è un primo passo per ridurre significativamente il pericolo di scontrarsi con questo malessere. I virus gastrointestinali non sono solo i responsabili della comune influenza intestinale, ma in estate causano la cosiddetta diarrea del viaggiatore. Questi virus sono contagiosi e possono causare anche vomito, nausea, dolori addominali e febbre. I più comuni sono il norovirus e l’escherichia coli, che colpiscono milioni di persone ogni anno. In estate, inoltre, si viaggia inevitabilmente di più e ci si dirige in luoghi esotici e lontani. Qui è possibile imbattersi in cibi preparati senza l’opportuno rispetto delle norme igienico-sanitarie ed è più probabile imbattersi in infezioni varie. Oltretutto, viaggiare può scombussolare i ritmi intestinali, rendendo più sensibili a minacce esterne.

Verruche

Le verruche sono escrescenze cutanee benigne causate dal papillomavirus umano (HPV). Esistono più di 100 tipi diversi di HPV: si tratta dello stesso virus responsabile di alcuni tipi di tumori, come quello del collo dell’utero, ma in questo caso provoca solo la comparsa di piccoli inestetismi sulle mani e sui piedi. Appaiono come piccole protuberanze color carne, ma possono presentarsi in una varietà di forme e dimensioni. Possono essere planari o in rilievo, lisce o ruvide, e possono presentare un punto scuro al centro. La maggior parte delle verruche è innocua e generalmente tendono a passare da sole, ma se non curate con attenzione possono anche infiammarsi e peggiorare. Dato che si tratta di infezioni, conviene sempre coprire eventuali lesioni del corpo prima di andare in piscina. Uno dei punti in cui è più facile prendersi questo virus sono le docce delle piscine, che rappresentano l’ambiente ideale per la loro proliferazione e sopravvivenza. Per questo è importante munirsi sempre di ciabatte e non camminare scalzi.

 

Temperature in aumento ed estate in arrivo tra mare e piscina, a cosa fare attenzione

LEGGI ANCHE

Commenti
Loading...