Vicenza, progetto europeo Worthy sullo studio della storia attraverso le tecnologie digitali: online le risorse dedicate a insegnanti e studenti

Dieci video realizzati dai ragazzi, visibili anche su YouTube

Vicenza, un innovativo approccio pedagogico, largamente basato sulla creatività digitale, è al centro del progetto europeo “Worthy” , finanziato dal Programma Erasmus+ dell’Unione Europea e sviluppato dal settembre 2018 da una partnership coordinata dal Comune di Vicenza (servizio programmazione e contabilità economica e finanziaria con il coinvolgimento dei servizio istruzione, sport e partecipazione e del servizio attività culturali e museali) , di cui fanno parte anche l’Ite “G. Piovene” di Vicenza, l’associazione ProgettoMondo Mlal di Verona, il Comune di Niepolomice (Polonia), il Kepler-Gymnasium di Pforzheim (Germania), l’associazione giovanile “Breza” (Croazia), oltre a Gryd Ltd (Regno Unito), partner tecnico.

Concentrato sullo studio della macro e delle micro-storie del periodo compreso tra la Prima e la Seconda Guerra mondiali, il progetto si pone l’obiettivo di suscitare motivazione, crescita del pensiero critico e dei valori democratici negli studenti dai 13 ai 19 anni, oltre a rendere più stimolante e interessante lo studio della storia.
Pubblicità Online, Guest Post, Banner, Redazionali, Link Building
Nonostante le difficoltà dovute alla pandemia da Coronavirus, che ha causato imprevisti e ritardi sulla formazione dello staff coinvolto e sulla fase di test con i ragazzi, la partnership è comunque riuscita a creare una piattaforma web multilingue – www.worldwars.eu –  dove i docenti europei e non solo possono trovare le Linee guida metodologiche Worthy e, se registrati, anche i piani delle lezioni messi a punto dagli insegnanti delle scuole partner. Vi si trovano inoltre i corsi “Insegnanti Aumentati” e “Lavorare con i genitori”, quest’ultimo per favorire il recupero del dialogo tra generazioni.
Gli studenti registrati alla piattaforma, dal canto loro, hanno la possibilità di creare, caricare e condividere documenti digitali nell’archivio, supportati da video tutorial in inglese, sottotitolati in italiano, tedesco, polacco e croato.
Nonostante i limiti imposti dalle misure anti-pandemia, gli studenti sono inoltre riusciti a realizzare i primi dieci video nell’ambito del corso online “Insegnanti Aumentati”. Testimonianze dirette, spiegazioni su come creare una linea del tempo o raccontare storie di guerra attraverso gli oggetti recuperati in famiglia, testi scritti, interpretati e accompagnati da immagini, sono solo alcuni dei contenuti di questi primi video confezionati dai ragazzi. Registrati nella lingua locale di ciascuna scuola, i video sono tutti sottotitolati in inglese e in italiano e sono accessibili anche agli studenti non registrati alla piattaforma se visualizzati nel canale YouTube del progetto Worthy.
Peraltro, dopo la menzione speciale all’edizione 2020 del Premio Gianluca Spina per l’innovazione digitale nei beni e attività culturali, l’Osservatorio del Politecnico di Milano ha rinnovato il suo interesse nei confronti del progetto Worthy, facendone quest’anno oggetto di studio nell’ambito della definizione di un modello di misurazione del valore culturale generato attraverso esperienze digitali.
Per restare aggiornati sulle novità del progetto Worthy – i cui risultati saranno presentati in un evento online a fine maggio 2021 – basta iscriversi alla newsletter sul sito di progetto al seguente link diretto.
Per ogni altra informazione:

LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...