Udine, oltre 3 milioni per la struttura polifunzionale nell’area dell’ex caserma Osoppo

La delibera approvata dalla giunta nella seduta di questa mattina

Udine, il progetto complessivo prevede la demolizione di fabbricati fatiscenti- intervento ormai concluso- la bonifica e riqualificazione dell’area e un’operazione di recupero e valorizzazione di un intero quartiere di Udine, nella zona dell’ex caserma Osoppo, nell’ambito del progetto Experimental City.

La delibera approvata dalla giunta nella seduta di questa mattina, su proposta del vicesindaco Loris Michelini, avvia il cantiere finalizzato alla realizzazione di una struttura sportiva polifunzionale per un importo di 3 milioni e 95mila euro.

A entrare nel merito del progetto è Michelini, che spiega: “La nuova struttura ospiterà campi da basket, pallavolo e pattinaggio a rotelle. Il piano complessivo prevede altresì la realizzazione di impianti sportivi all’aperto per giocare a calcio a 5, basket, pallavolo e tennis. Di fatto, stiamo costruendo una piccola cittadella dello sport, che sarà servita da un circuito di piste ciclabili e sarà dotata di ampi parcheggi per auto, moto e biciclette. Ci saranno delle tribune per circa 200 persone e un sistema di pannelli fotovoltaici provvederà a fornire l’illuminazione agli impianti, garantendo anche il servizio di riscaldamento e di aria condizionata. L’obiettivo è mettere a disposizione dei cittadini strutture sicure, accessoriate e moderne per diverse discipline sportive. Questi spazi saranno fruibili di mattina, di pomeriggio e di sera: l’orario di utilizzo è esteso per accogliere le richieste delle associazioni. Ricordo che il finanziamento rientra in un programma straordinario d’intervento per la riqualificazione urbana e la sicurezza delle periferie delle città metropolitane e dei Comuni capoluogo”.

Pubblicità Online, Guest Post, Banner, Redazionali, Link Building

Ancora Michelini: “Nelle scorse settimane sono state demolite le strutture che erano funzionali a un utilizzo militare e sono stati avviati i cantieri di ricostruzione dell’area. Ci sarà una parte residenziale, un’area adibita a laboratori artigianali e verrà realizzato un orto sociale. Il progetto è ambizioso e porta a un recupero completo di un quartiere di Udine che, da molti anni, versava in condizioni di precarietà”.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...