Trieste, la Adriatica Ionica Race partirà il 15 giugno da Piazza Unità d’Italia

Il Sindaco Dipiazza e l'Assessore Rossi: "Un ulteriore tassello per il rilancio dell'immagine del ruolo turistico di Trieste"

Trieste, partirà martedì 15 giugno da Piazza Unità d’Italia a Trieste l’edizione 2021 della Adriatica Ionica Race, la gara ciclistica per professionisti promossa dal campione del mondo Moreno Argentin con il sostegno delle Regioni Friuli Venezia Giulia, Veneto ed Emilia Romagna, di Enit – Agenzia Nazionale del Turismo e anche del Comune di Trieste.

A fare gli onori di casa per l’evento, presentato nella sala Bazlen di palazzo Gopcevich a Trieste, insieme all’iridato Moreno Argentin, sono stati il sindaco Roberto Roberto Dipiazza e l’assessore allo Sport Giorgio Rossi.
Tre le tappe in programma, per un totale di 491 chilometri, che si svilupperanno tra Friuli Venezia Giulia (1^Tappa:Trieste -Aviano), Veneto (Vittorio Veneto -Cima Grappa) ed Emilia Romagna (3^Tappa:Ferrara-Comacchio). Un itinerario che strizza l’occhio agli appassionati delle due ruote e che è stato promosso con l’appoggio dei presidenti regionali Massimiliano Fedriga, Luca Zaia e Stefano Bonaccini e con il supporto di Enit, l’Agenzia Nazionale del Turismo.
“Pur con una formula ridotta a causa delle tante incertezze legate alla pandemia da Covid-19 abbiamo voluto tenere fede alla filosofia che da sempre ci contraddistingue” ha anticipato Moreno Argentin. “Per questo le tre tappe che abbiamo disegnato sono tre perle all’interno delle quali abbiamo racchiuso oltre a dei contenuti tecnici rilevanti anche tutte le eccellenze che caratterizzano i territori che andremo ad attraversare. La frazione d’apertura sarà legata al tema dell’acqua e permetterà di vivere un finale aperto ad ogni soluzione; la partenza da Vittorio Veneto e l’arrivo sul Monte Grappa, dopo aver attraversato le Colline del Prosecco, sarà un tributo alla storia del nostro Paese e, allo stesso tempo, la valorizzazione, nel rispetto della natura, di quella che è da sempre una palestra naturale per le due ruote. Infine la terza ed ultima tappa partirà da una città ricca di cultura e di storia come Ferrara e riserverà alcuni spettacolari passaggi sugli sterrati emiliani per concludersi a Comacchio, la Piccola Venezia. Saranno tre bellissimi giorni di gara che consentiranno a tanti corridori italiani di preparare al meglio l’appuntamento con il Campionato Italiano di Imola e ai tifosi di riscoprire alcuni dei luoghi più belli del nostro Paese”.

“Mi fa piacere avere qui un campione come Moreno Argentin -ha detto il sindaco Roberto Dipiazza – ha portato alto nel mondo lo sport italiano e l’immagine del nostro Paese. In questo momento stiamo ripartendo bene in città con moltissime manifestazioni, perché siamo riusciti a lavorare molto, anche durante la pandemia. Questa manifestazione è uno dei tanti tasselli che farà sì che Trieste riparta presto e in anticipo su altre realtà. Manifestazioni come la Adriatica Ionica Race contribuiscono a portano alta l’immagine della nostra città che vuole e sta ripartendo alla grande. Martedì sarò alla partenza e grazie per quello che stai facendo per la nostra città, la nostra regione e in nostro Paese”.

Pubblicità Online, Guest Post, Banner, Redazionali, Link Building

“Questa è una delle tante belle occasioni -ha detto l’assessore Giorgio Rossi – di abbinare lo sport al turismo. Ringraziamo Moreno Argentin, che si era presentato con questo progetto 4 anni fa, perché si è dimostrato un campionissimo anche a livello organizzativo e di determinazione per quanto fatto, anche superando le fatiche burocratiche e le problematiche legate alla pandemia. Auspico che questo progetto continui e si sviluppi, proseguendo lungo quel circuito pensato in origine e che scende e dall’Adriatico allo Ionio”. “Sport e Turismo vanno abbinati – ha concluso Rossi – per raggiunge e avere eventi di eccellenza e per ottenere un flusso turistico sempre più rilevante e di qualità”.

La presentazione è stata trasmessa in diretta video streaming sulla pagina Facebook ufficiale della Adriatica Ionica Race. Tra gli interventi anche quello del sottosegretario al Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali, Gian Marco Centinaio, del numero uno della Federazione Ciclistica Italiana, Cordiano Dagnoni e del commissario tecnico Davide Cassani che ha confermato la presenza degli azzurri Elia Viviani e Davide Cimolai per i quali la AIR 2021 potrà essere un passaggio importante in vista delle Olimpiadi di Tokyo.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...