PIANO PER NUOVE ASSUNZIONI DEL COMUNE DI MILANO

794

Un nuovo piano occupazionale arriva da parte del Comune di Milano con l’obiettivo è combattere contro la disoccupazione e la precarietà. Questo piano dovrebbe agire principalmente nei settori del welfare e dell’educazione creando stabilizzazione nei posti di lavoro, più spazio nelle graduatorie e nuovi concorsi in alcuni settori considerati come settori chiave.

Verranno investiti intorno ai dieci milioni e mezzo di euro per garantire quasi quattrocento nuove assunzioni. Sono richiesti principalmente profili di persone con competenze specifiche e tecniche che verranno pescati da chi non ha vinto in concorsi già effettuati, ma viene dato un occhio di riguardo anche alla stabilizzazione dei lavoratori precari.

L’Assessore del Comune di Milano alle Politiche per il lavoro con delega personale, Cristina Tajani, ha spiegato come nelle intenzioni del Comune di Milano, attraverso l’attuazione del nuovo piano di assunzioni, ci sia la volontà di agire tempestivamente e velocemente contro disoccupazione e precarietà. C’è stata, spiega l’Assessore Tajani, una grande attenzione a garantire la copertura del personale nell’area dei servizi sociali: soprattutto per garantire una maggiore sicurezza, l’avanzamento dei lavori in grandi opere pubbliche e garantire una buona qualità nei servizi legati all’infanzia.

Fra nuovi concorsi, attenzione alla situazione della precarietà e spazio ai tecnici viene compiuto un nuovo passo nella direzione occupazionale che, nelle intenzioni di Palazzo Marino, dovrebbe andare di pari passo con un efficiente miglioramento dei servizi: in particolare quelli legati alla sicurezza e al mondo e i bisogni dell’infanzia e delle famiglie con figli.

Articolo di Daniel Bidussa


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 

Commenti
Loading...