Monza, nomina «Garante per i diritti delle persone private della libertà personale»

Monza, 18 settembre 2020. «Dare fiducia è la parola chiave da cui partire per promuovere, nei fatti, il reinserimento sociale dei detenuti. Il Garante è lo strumento per avvicinare l’universo del carcere alla realtà che c’è fuori, per far parlare i due mondi». Con queste parole il Sindaco Dario Allevi presenta il bando per il «Garante per i diritti delle persone private della libertà personale» pubblicato oggi.

Chi è il Garante. Il Garante, istituito da una delibera del Consiglio Comunale approvata all’unanimità il 21 febbraio 2019, si occuperà dei diritti di chi è stato privato della libertà personale, oltre che della sensibilizzazione sul tema dei diritti umani di chi è detenuto. Ha il delicato compito di segnalare il mancato rispetto delle garanzie, anche costituzionali, a tutela di chi ha commesso reati e sta scontando una pena o è in attesa di giudizio.

Chi può presentare domanda. Il Sindaco nomina il Garante «fra persone di indiscusso prestigio e notoria fama nel campo delle scienze giuridiche, dei diritti umani ovvero delle attività sociali».

Non può presentare la propria candidatura chi si trova in una delle situazioni di ineleggibilità previste per la carica di Consigliere Comunale, chi ricopre il ruolo di amministratore o legale rappresentante in associazioni che operano nel campo dei problemi penitenziari, chi esercita la professione di avvocato o funzioni pubbliche nei settori della giustizia e della sicurezza e/o chi riveste cariche pubbliche elettive. Il Garante resta in carica per la durata del mandato del Sindaco e può essere rinnovato una sola volta. Il ruolo non dà diritto ad alcun compenso.

Come partecipare. Il modulo per presentare la propria candidatura può essere scaricato dal sito del Comune (www.comune.monza.it). La domanda – completa del proprio curriculum vitae, dell’elenco delle cariche ricoperte all’interno di istituzioni elettive ed in enti, associazioni, aziende, società pubbliche e private e della copia della carta d’identità – deve essere inviata via pec all’indirizzo [email protected] o consegnata a mano al Protocollo generale (piazza Trento e Trieste, secondo piano) indicando sulla busta «Candidatura Garante per i diritti delle persone private della libertà personale». Le domande vanno presentate entro le ore 12 di lunedì 19 ottobre.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...