Milano, quartieri: prosegue impegno del Comune per il Rubattino

Approvati due progetti per una nuova scuola e l’ampliamento del Parco della Lambretta

Milano, quartieri. Prosegue l’impegno del comune per il Rubattino.

La giunta comunale ha approvato nel corso dell’ultima seduta due provvedimenti rilevanti per il futuro del quartiere Rubattino che sarà interessato, nei prossimi anni, da importanti trasformazioni e novità come l’insediamento della Cittadella del Teatro alla Scala.
È stata infatti deliberata la fattibilità tecnica ed economica per due progetti, l’ampliamento del Parco della Lambretta e la realizzazione di una nuova scuola primaria in via Caduti in Missione di Pace, all’interno dei piani integrati urbani promossi da Città Metropolitana.

Allo stesso tempo prosegue l’iter del concorso internazionale “Magnifica fabbrica” per la realizzazione dei nuovi laboratori e depositi del Teatro alla Scala al Rubattino: il 28 aprile si concluderà la seconda fase.

“Settantamila mq di parco e una nuova scuola – dichiarano gli assessori Pierfrancesco Maran (Lavori pubblici, Piano quartieri) e Giancarlo Tancredi (Rigenerazione urbana) – sono il frutto del processo di pianificazione generato per l’area RubattinoLambrate dal Piano di Governo del Territorio.

È l’Amministrazione comunale in primis, con progetti propri, a dare al Rubattino una nuova centralità, proseguendo nel programma avviato con il Concorso per la Magnifica Fabbrica della Scala. Questo è un momento decisivo per il quartiere Rubattino, che aspetta da anni queste migliorie”.

Per il primo progetto, l’ampliamento del Parco della Lambretta, il costo complessivo è stimato in 38 milioni di euro e prevede l’allargamento delle aree verdi insieme alla valorizzazione del fiume Lambro con particolare attenzione per le zone permeabili, la tutela e l’incremento della biodiversità.

“Un progetto che consentirà di ampliare le aree verdi presenti in città favorendo la trasformazione di uno dei quartieri più legati al passato industriale di Milano, Lambrate – spiega Elena Grandi, assessora all’Ambiente e Verde -. Una realtà che da oggi assumerà una nuova dimensione e caratterizzazione fatta di spazi verdi e aree fruibili dagli abitanti del quartiere e non, come sta già avvenendo in occasione della riqualificazione via Pacini”.

Il secondo progetto per il Rubattino riguarda invece la realizzazione di una scuola primaria in via Caduti in Missione di Pace, una struttura richiesta dalla cittadinanza che risponderà all’esigenza di garantire un nuovo istituto scolastico insediato nel quartiere. Il progetto è stato redatto dalle architette della Direzione Educazione-Area Tecnica del Comune di Milano, il costo stimato per la costruzione della scuola è di 13,5 milioni di euro.

“L’approvazione del piano per la nuova scuola di via Caduti in Missione di Pace è un importante passo avanti in una strada intrapresa ormai molto tempo fa – sottolinea la Vicesindaco e assessora all’Istruzione Anna Scavuzzo -. Il progetto di costruzione di questa nuova scuola incontra le esigenze delle tante famiglie residenti e già pensa al futuro di un quartiere in forte espansione.

Ed è proprio l’apertura verso quartiere e cittadini una delle caratteristiche di questo progetto che prevede aule, laboratori didattici, una palestra e un auditorium che d’intesa fra la scuola e il Municipio potranno essere risorse anche per il quartiere”.

Soddisfazione per i due progetti anche da parte del Municipio 3, che ha avuto un ruolo fondamentale nell’ascolto della cittadinanza e nel delineare le proposte per il futuro dell’area. “Oggi possiamo essere davvero felici per il futuro del quartiere Rubattino e per le opere pubbliche che trasformeranno quest’area nei prossimi anni” conclude Caterina Antola, Presidente del Municipio 3.

Milano, quartieri. Prosegue l'impegno del comune per il Rubattino.

LEGGI ANCHE

Commenti
Loading...