Milano, firmati due patti di collaborazione per la rigenerazione di Parco Adriano e la piazzetta di Via dei Transiti

L'Assessora Romani: “Restituiamo spazi alla collettività attraverso iniziative culturali, giochi, letture, cura del verde e cultura della sostenibilità”

Milano, firmati due patti di collaborazione per la rigenerazione di Parco Adriano e la piazzetta di Via dei Transiti.

Piazzetta di via dei Transiti e Parco Adriano sono protagonisti di due Patti di collaborazione firmati dal Municipio 2 e diverse associazioni del territorio.
Entrambi rientrano nella cornice di “Luoghicomuni”, l’azione del programma “La città intorno” di Fondazione Cariplo, promossa dall’Amministrazione comunale per stimolare la partecipazione di cittadini attivi in progetti di valorizzazione delle aree più periferiche, curata dalle associazioni Labsus e Italia Nostra.

Due accordi che puntano a migliorare aree oggi abbandonate e prive di identità, per restituirle ai cittadini attraverso la cultura, il gioco, l’animazione, la cura del verde e nuovi arredi urbani, con il coinvolgimento, oltre che delle famiglie, anche delle scuole.

La piazzetta di via dei Transiti, stretta fra via Padova e viale Monza, da semplice luogo di passaggio si prepara a diventare uno spazio di connessione e di incontro. I firmatari del Patto, le associazioni Nolo4kids, Fas, Reteambiente Milano Legambiente, Para Todos, Atelier Spazio Xpò e La città del sole – Amici del Parco Trotter si impegnano ad avviare un processo che porterà questa piazza ad accogliere iniziative per i più piccoli, ma anche esposizioni artistiche, eventi multiculturali e aggregativi, laboratori e una postazione per il bookcrossing.

“Tana-Un Patto per Parco Adriano” è, invece, l’accordo che coinvolge un’area verde piantumata dai bambini della scuola di via San Mamete all’interno dell’omonimo parco. La prima operazione, avviata collettivamente da Tempo per l’Infanzia, APIS arti per l’innovazione sociale, Caracol, Ditta Gioco Fiaba, il circolo Acli La Gobba e il cittadino attivo Giovanni Bianchi, prevederà l’organizzazione di un contest aperto al quartiere per stimolare il pensiero creativo sugli arredi, l’organizzazione di un cinema all’aperto a basso impatto ambientale, spettacoli teatrali e di animazioni, letture, laboratori e momenti di gioco libero.

“Collaborazioni come queste – commenta l’assessora con delega alla Partecipazione Gaia Romani – sono fondamentali. E non solo perché rappresentano l’essenza dell’attivismo e della partecipazione attiva di cittadini e reti associative che dimostrano di avere a cuore il bene comune, ma perché sono vere e proprie azioni di riscatto per i nostri quartieri. Intere aree, oggi abbandonate, vengono restituite alla collettività e si preparano ad accogliere iniziative culturali, giochi, letture e a promuovere la cura del verde e la cultura della sostenibilità”.

“Con le firme di ieri arrivano ad essere 14 i patti di collaborazione stipulati nel nostro Municipio – afferma il Presidente del Municipio 2 Simone Locatelli -. Pensiamo che svolgano un ruolo cruciale perché permettono di creare comunità intorno alla voglia di occuparsi del proprio territorio. In particolare quello per via dei Transiti rappresenta un’importante sfida perché, aggregando persone e associazioni del quartiere, permetterà di rendere vissuto e vivibile quello che oggi è considerato un buco nero del quartiere, utilizzato solo di passaggio e mal frequentato”.

 

LEGGI ANCHE

Commenti
Loading...