fbpx

Mazzali: nel 2023 4,2 milioni di soggiorni sulle montagne lombarde, 7% in piu’ del 2019.

Centrali seggiovie sicure e veloci. nuovi impianti debuttano a pontedilegno/tonale (bs) e colere (bg).

Mazzali: nel 2023 4,2 milioni di soggiorni sulle montagne lombarde, 7% in piu’ del 2019.

“Alla vigilia di una nuova stagione invernale, di cui si vedranno i risultati nei primi mesi del 2024, la montagna in Lombardia nel 2023 ha segnato un sorpasso del 7% rispetto al 2019, anno d’oro del turismo italiano”. Ne parla Barbara Mazzali, assessore al Turismo, Marketing territoriale e Moda di Regione Lombardia, illustrando i numeri dell’Osservatorio regionale sul Turismo.

I DATI – “Dall’analisi dei flussi della montagna lombarda emergono dati molto positivi – spiega l’assessore- . Il trend vede, infatti, un aumento molto rilevante di arrivi e presenze, soprattutto grazie al traino dei turisti italiani, da sempre bacino di affluenza principale della montagna lombarda”. Andando ai numeri, Mazzali spiega: “Sono stati 4,2 milioni i turisti che hanno soggiornato complessivamente sui monti lombardi quest’anno, con un aumento del 7% rispetto al 2019, pari a 268.292 presenze in più.
Numeri positivi anche sul fronte “degli arrivi totali (1,1 milioni), per i quali si registra un aumento del 5,4%, corrispondenti a 56.344 visitatori in più nel 2023 rispetto a 4 anni fa”. La crescente voglia di montagna lombarda si traduce anche nelle ricerche via Web: “Il sentiment registrato nel periodo gennaio – settembre 2023 è molto positivo: 92,3% ed è superiore alla media regionale (85,5%)”, osserva ancora Mazzali.

IL RUOLO CHIAVE DEGLI IMPIANTI DI RISALITA – Guardando ai prossimi obiettivi per quanto riguarda la stagione sciistica, l’assessore aggiunge: “Centrali sono gli impianti di risalita, che devono essere sicuri, moderni e veloci. Ne è un esempio la nuova seggiovia a sei posti, ‘Valena’, prossima al debutto nel comprensorio sciistico Pontedilegno-Tonale (BS). Capace di trasportare tremila persone all’ora in poco più di 2 minuti, eviterà code, moltiplicando il piacere di sciare”. Importanti investimenti sono stati fatti dalla Regione Lombardia anche sulle montagne della Bergamasca, dove, ieri sono stati inaugurati i nuovi impianti di risalita in Val di Scalve. “Qui, grazie alla sinergia tra Finlombarda, Banca Sella e Istituto per il Credito Sportivo per un ammontare di 6 milioni di euro, si lavora, inoltre, a una nuova cabinovia a dieci posti”, ricorda Mazzali, che chiude con parole di fiducia: “La Lombardia ha tante potenzialità ancora da sfruttare per accrescere la sua competitività turistica, sia d’inverno che d’estate, rispetto ad altre Regioni dell’Arco alpino”.

Segui La Milano sul nostro canale Whatsapp

Mazzali: nel 2023 4,2 milioni di soggiorni sulle montagne lombarde, 7% in piu' del 2019.

Riproduzione riservata © Copyright La Milano

×