fbpx
CAMBIA LINGUA

Giorgia Meloni al 19° congresso nazionale della Cgil: «Non so che accoglienza aspettarmi in ogni caso penso che sia giusto esserci»

Landini: « considero positivo il fatto che Giorgia Meloni abbia deciso di partecipare».

Giorgia Meloni al 19° congresso nazionale della Cgil: «Non so che accoglienza aspettarmi in ogni caso penso che sia giusto esserci».

«Non so che accoglienza aspettarmi in ogni caso penso che sia giusto esserci».
Così afferma Giorgia Meloni arrivando al 19° congresso nazionale della Cgil a Rimini, in programma dal 15 al 18 marzo 2023.
La Presidente del Consiglio e leader di Fratelli d’Italia – che non aveva mai partecipato al congresso del maggiore sindacato italiano- è intervenuta dal palco nel corso di questa mattinata, 17 marzo 2023.
Di recente il segretario della Cgil, Maurizio Landini, aveva espresso un “giudizio negativo” sui primi mesi del governo, “per il confronto che non si è aperto con il sindacato e per le scelte che sono state fatte”.
« Il fatto che la Premier Giorgia Meloni abbia accettato di partecipare al congresso della Cgil lo considero positivo, segno di rispetto e riconoscimento del ruolo di un’organizzazione che rappresenta milioni di persone», dice Landini.
«Ringrazio anche chi mi contesta. Non ho voluto rinunciare a questo appuntamento in segno di rispetto del sindacato» ,dice Meloni.
«Questo congresso è un esercizio di democrazia e partecipazione che non può lasciare indifferente chi ha responsabilità decisionali e chi come me sa quanto questi eventi tengano vive queste dinamiche».
«Non mi sottraggo a un contesto sapendo che è un contesto difficile. Non mi spaventa. La ragione per cui ho deciso di essere qui è più profonda. Oggi si celebra la nascita della nostra nazione», ha aggiunto.
«Con questa presenza, con questo confronto, questo dibattito, possiamo autenticamente celebrare l’unità nazionale», afferma.
«La contrapposizione è positiva, ha un ruolo educativo, l’unità è un’altra cosa, è un interesse superiore, è il comune destino che dà un senso alla contrapposizione».
«Il confronto è necessario e utile. Se questo è l’approccio ci sono ottime ragioni per confrontarci con la forza delle idee che ciascuno legittimamente rivendica».
Parlando della riforma fiscale aggiunge:« lavoriamo per consegnare agli italiani una riforma complessiva che riformi l’efficienza della struttura delle imposte, riduca il carico fiscale e contrasti l’evasione fiscale, che semplifichi gli adempimenti e crei un rapporto di fiducia fra Stato e contribuente», continua,« Vogliamo usare la leva fiscale come strumento di crescita economica, una riforma che guarda con molta attenzione al lavoro, con interventi sui redditi medio bassi e novità per i dipendenti».
Si esprime anche in tema di salario minimo e reddito di cittadinanza:« ha fallito il suo obiettivo», dice.

Giorgia Meloni al 19° congresso nazionale della Cgil, «Non so che accoglienza aspettarmi in ogni caso penso che sia giusto esserci».

Riproduzione riservata © Copyright La Milano

Segui La Milano sul nostro canale Whatsapp
×