fbpx

Firenze, attivisti di Ultima Generazione imbrattano Palazzo Vecchio. Nardella, infuriato, li blocca

«Sono dei barbari. Non è così che si protesta, dovrebbero difenderla la civiltà»

Firenze, attivisti di Ultima Generazione imbrattano Palazzo Vecchio. Nardella, infuriato, li blocca.

«Sono dei barbari. Non è così che si protesta, dovrebbero difenderla la civiltà». È su tutte le furie il sindaco Nardella quando i primi cronisti, accorsi sotto Palazzo Vecchio dopo il blitz di Ultima Generazione, lo attendono sotto il ponteggio sul quale è salito per dare una mano a pulire la vernice arancione.

Sono necessari gli idranti per preservare le pietre imbrattate dai due attivisti climatici. In piazza, però, oltre al primo cittadino, che è lì per un sopralluogo, ci sono dei restauratori esperti impegnati in altri interventi ad una scultura. Una presenza decisiva per limitare i danni.

I turisti che assistono alla scena fischiano e urlano contro i due attivisti. E mentre Nardella interveniente insieme ai vigili urbani per fermare il blitz, Piazza della Signoria si infiamma.

Segui La Milano sul nostro canale Whatsapp

Poi arriva puntuale la rivendicazione di Ultima Generazione: Questa mattina verso le 10:30 due cittadini parte della campagna Non paghiamo il fossile, promossa da Ultima Generazione, Scientist Rebellion e Veglie contro le morti in mare, hanno imbrattato con vernice arancione lavabile l’ingresso di Palazzo della Signoria di Firenze, utilizzando due estintori. L’azione di oggi segue la bocciatura in commissione di bilancio del Senato della Repubblica di alcuni emendamenti a un disegno di legge riguardante il taglio di diversi sussidi ambientalmente dannosi (SAD) avvenuta ieri, 16 marzo”.

Dopo qualche ora, il sindaco scrive su Twitter: “A proposito di ambiente e di siccità, per ripulire Palazzo Vecchio dal ‘blitz ambientalista’ sono stati consumati più di 5 mila litri d’acqua. Cinquemila”.

nardella

Riproduzione riservata © Copyright La Milano

×