fbpx
CAMBIA LINGUA

Commesse Anas, Tommaso Verdini vuole patteggiare

I pm della Capitale, coordinati dall'aggiunto Paolo Ielo, avevano chiesto e ottenuto nelle scorse settimane il giudizio immediato

Commesse Anas, Tommaso Verdini vuole patteggiare.

Tommaso Verdini, figlio dell’ex parlamentare Denis, ha chiesto di patteggiare una pena a 2 anni e 10 mesi di reclusione nell’ambito dell’indagine sulle commesse Anas, in cui gli inquirenti procedono per corruzione e turbativa d’asta. L’indagato è ora in attesa dell’eventuale via libera della Procura di Roma sulla richiesta.

I pm della Capitale, coordinati dall’aggiunto Paolo Ielo, avevano chiesto e ottenuto nelle scorse settimane il giudizio immediato per Tommaso Verdini e altri indagati tra cui Fabio Pileri, socio del figlio dell’ex parlamentare nella società Inver, che si occupa di lobbying. Coinvolti  nell’inchiesta anche Paolo Veneri, Luca Cedrone, Antonio Samuele Veneziano, Stefano Chicchitani, Angelo Ciccotto e Domenico Petruzzelli.

Nel procedimento si contestano, a seconda delle varie posizioni, oltre ai reati di corruzione e turbata libertà degli incanti, anche il reato di traffico di influenze illecite. In particolare, nel mirino degli inquirenti è finita una gara da 180 milioni di euro per l’affidamento di lavori per il risanamento di gallerie. Secondo gli inquirenti, ci sarebbero stati scambi illeciti per pilotare appalti su alcune imprese.

Segui La Milano sul nostro canale Whatsapp

Commesse Anas, Tommaso Verdini vuole patteggiare

Riproduzione riservata © Copyright La Milano

×