Campobasso, presentata la nuova ciclo stazione di piazzetta Palombo

La struttura aprirà ufficialmente nelle prossime settimane grazie al progetto DynaMob 2.0

Campobasso, con un evento finale nel quale sono state spiegate le varie tappe del progetto Dynamic MOBILITization 2.0 (#DynaMob 2.0), partito nel 2018 e giunto a realizzazione in questa fine di giugno del 2021, l’Amministrazione comunale, a piazzetta Palombo, ha presentato, in anteprima, la nuova ciclo stazione nella quale saranno disponibili, in fase di avvio, ben 25 bici (5 MTB e 21 bici a pedalata assistita).

Presenti in conferenza stampa l’assessore alla Mobilità, Simone Cretella, il presidente della Commissione Mobilità, Valter Andreola, la dottoressa Claudia Romaniello, del settore Programmazione del Comune di Campobasso, e il geometra Daniele Marchesani, dell’ufficio Mobilità.

Il progetto Dynamic MOBILITization 2.0 (#DynaMob 2.0), mira a promuovere l’uso di forme di trasporto ecocompatibili nell’area del programma (Italia-Albania-Montenegro), concentrandosi sulla condivisione di auto elettriche e di biciclette.

Pubblicità Online, Guest Post, Banner, Redazionali, Link Building

DynaMOb 2.0 ha avuto come scopo quello di migliorare le infrastrutture pubbliche e gli eco-servizi per il trasporto su strada nelle aree comuni, promuovendo una rete tra comuni ed amministrazioni pubbliche per la revisione delle politiche e aumentare la consapevolezza dei cittadini sulla mobilità intelligente e verde.

“Portare a termine i Progetti Europei non è facile – ha detto l’assessore Cretella – perché bisogna rispondere ed essere in linea con requisiti netti e chiari e, in questo lungo periodo legato al covid, è stato ancora più complesso. Per questo, ringrazio tutti gli uffici comunali e il personale che ha lavorato con grande motivazione a questo progetto, permettendoci di concluderlo nei tempi previsti.

La fase operativa del progetto stesso – ha specificato l’assessore – partirà con l’apertura ufficiale di questa ciclo stazione di piazzetta Palombo nel prossimo mese di luglio. Vogliamo così gettare un seme culturale che siamo certi sarà destinato a crescere nel tempo, grazie anche al prossimo PUMS (Piano Urbano della Mobilità Sostenibile) per il quale siamo anche in questo caso alle fasi finali e che ci permetterà di convertire Campobasso in città capace di integrare tipologie di mobilità alternative e complementari alle sole 4 ruote.”

“Le forniture complete delle bici, con GPS incluso, sono in fase di ultimazione e dal mese di luglio, una volta affidato il servizio di gestione, potremo aprire a tutti gli effetti questa ciclo stazione, – ha dichiarato la dottoressa Claudia Romaniello – mettendo a disposizione dei cittadini un parco bici a pedalata assistita che nel tempo si cercherà di far crescere. Le tariffe per l’affitto delle bici saranno di certo molto popolari ed agevolate perché è intenzione dell’amministrazione incentivare e far conoscere le possibilità che questo tipo di mobilità può offrire a tutti i cittadini.”

“Abbiamo individuato, grazie a questo progetto, dei percorsi turistici percorribili in bici che portano dal centro città sino a Bosco Faiete, – ha aggiunto il geometra Marchesani dell’ufficio Mobilità – con un percorso dedicato lungo il quale verranno installati, nei prossimi giorni cartelli, cartelli stradali a sfondo turistico che indicheranno il percorso e altri che inviteranno gli automobilisti a essere particolarmente attenti alla guida per la presenza di persone in bici. Si tratta di un progetto pilota che tende a valorizzare anche le nostre bellezze storiche e paesaggistiche.”


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...