Brescia, la città riparte coi cantieri pubblici e riqualifica le scuole

Brescia, anche durante il periodo di emergenza sanitaria gli uffici del Settore Edilizia Scolastica dei Lavori Pubblici hanno lavorato per permettere il regolare avvio dei cantieri durante il periodo estivo.
A causa delle stringenti norme anti contagio in vigore fino a poco fa non è stato possibile iniziare i lavori prima. Tuttavia, non appena la situazione lo ha permesso, gli interventi sono stati avviati.

Attualmente sono operativi i cantieri per la manutenzione straordinaria della struttura lignea di copertura della scuola primaria “Battisti”, per la sistemazione degli impianti elettrici della scuola primaria “Alessandro Volta”, per l’adeguamento antincendio della scuola primaria “Tito Speri”, per l’eliminazione di barriere architettoniche alla scuola primaria “Crispi” e alla scuola primaria “Mameli”, per la bonifica della copertura della palestra Bertolotti-Nava in via Malibran 81 e della palestra della scuola secondaria di primo grado “Bellini” di via Buffalora, per la sistemazione dei bagni, l’abbattimento delle barriere e la sostituzione dei serramenti della scuola secondaria di primo grado “Carducci”, per il completo rifacimento della linea del teleriscaldamento della scuola primaria “Ugolini”, per la ristrutturazione e riqualificazione energetica dell’edificio adibito un tempo a Casa del Custode dei plessi scolastici in via Sabbioneta 14, per la sostituzione integrale dei serramenti del nido “Coccinella” e della scuola dell’infanzia “Lamarmora”. La scuola secondaria “Romanino”, inoltre, sarà predisposta per accogliere gli alunni della scuola dell’Infanzia di Fiumicello che sarà interessata da lavori di adeguamento antisismico.

Infine saranno recuperati nuovi spazi da destinare agli uffici dei servizi sociali alla scuola materna Lamarmora, saranno realizzate le tramezzature interne della scuola secondaria Tovini perché possa ospitare la scuola primaria Giovanni XXIII e verranno costruiti nuovi uffici per la direzione della scuola Tridentina alla scuola primaria Tiboni.
“È un ‘operazione certosina e complicata quella che stiamo portando avanti per garantire ai nostri ragazzi strutture efficienti da ogni punto di vista”, ha spiegato l’assessore ai Lavori Pubblici Valter Muchetti. “Sono ripartiti gli interventi sui solai, sulle coperture, sugli impianti elettrici. Non sono stati trascurati i lavori per l’efficientamento energetico e per l’abbattimento delle barriere architettoniche, talvolta molto complesso perché richiede di tener conto anche dei vincoli per la tutela degli edifici previsto dalla Soprintendenza. Non da ultimo stiamo intervenendo anche sull’adeguamento antisismico, come nel caso della scuola materna di Fiumicello. In questo momento così difficile per tutti siamo lieti di poter dire che Brescia riparte anche con i cantieri pubblici e, in particolare, con quelli che riguardano le scuole”.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...