fbpx
CAMBIA LINGUA

Milano, l’Unione europea, la guerra e la sfida di una difesa comune

Venerdì 18 marzo, alle ore 10.30, il generale Claudio Graziano, presidente del Comitato Militare Europeo, dialogherà con il professor Vittorio Emanuele Parsi, direttore Aseri

Milano, l’Unione europea, la guerra e la sfida di una difesa comune.

Dall’invasione della Russia in Ucraina fino ad arrivare alle rotte balcaniche e al fronte Mediterraneo. Domani, venerdì 18 marzo, alle ore 10.30, nella sede dell’Alta Scuola di Economia e Relazioni Internazionali (Aseri) dell’Università Cattolica del Sacro Cuore (via San Vittore, 18 – Milano) il generale Claudio Graziano, presidente del Comitato Militare Europeo, farà il punto sull’attuale quadro internazionale e sui possibili scenari futuri.

“La sfida di una difesa comune europea. Situazione e prospettive”, questo il titolo dell’incontro nel corso del quale il generale Graziano dialogherà con il professor Vittorio Emanuele Parsi, direttore Aseri.

Segui La Milano sul nostro canale Whatsapp

L’evento, in presenza e on line, sarà aperto dai saluti del rettore dell’Università Cattolica del Sacro Cuore Franco Anelli. Il generale Claudio Graziano è presidente del Comitato Militare Europeo dal 2018. Nella sua lunga carriera militare è stato Comandante della Brigata Alpina Taurinense dispiegata in Afghanistan (2008) e successivamente Force Commander e Head of Mission della missione UNIFIL (Libano, 2007-2010).

Nel 2010 è stato promosso a Generale di Corpo d’Armata. Nel 2011 è stato nominato Capo di Gabinetto nel Ministero della Difesa ed ha assunto il ruolo di Capo di Stato Maggiore dell’Esercito Italiano. Dal 2014 è stato Capo di Stato Maggiore della Difesa. Il Generale Graziano possiede una laurea in Scienze Internazionali e Diplomatiche (Università di Trieste) e una in Studi Strategici Militari (Università di Torino), e due lauree magistrali in Scienze Umane (Università Cattolica) e Scienze Strategiche Militari. Il Generale Graziano si è inoltre laureato allo United States Army War College (Carlisle) e all’Accademia militare di Modena.

Riproduzione riservata © Copyright La Milano

×