Ancona, inaugurata dal Comune la cittadella sportiva di Torrette con il nuovo stadio Giuliani

I lavori hanno riguardato il rifacimento del campo da calcio a undici, gli asfalti e i percorsi interni della struttura, tra le più dotate dell’intera città per spazi e servizi

Ancona, inaugurata dal Comune la cittadella sportiva di Torrette con il nuovo stadio Giuliani.

Un investimento di quasi mezzo milione di euro, sostenuto grazie a una collaborazione pubblico-privato in cui il Comune di Ancona ha impegnato 100 mila euro a fondo perduto più un contributo di gestione annua, ha consentito di far prendere definitivamente forma al nuovo stadio Giuliani di Torrette, con i lavori che sono stati ultimati nelle scorse settimane. A tagliare il nastro questa mattina (9 febbraio), dentro il campo principale da calcio a undici della cittadella sportiva del quartiere, è stata Valeria Mancinelli, sindaco di Ancona, assieme all’assessore allo Sport Andrea Guidotti, al consigliere comunale Tommaso Fagioli e al vicepresidente della società della GLS Dorica, David Urbinati, rappresentante del club che si è aggiudicato il bando per 12 anni (+1).
Gli interventi di riqualificazione sono iniziati ad agosto 2021 e si sono conclusi attorno alla metà di ottobre dello stesso anno. Hanno riguardato il rifacimento completo del campo da calcio a undici (sottofondo, impianto di irrigazione e scolo delle acque e manto in erba artificiale), gli asfalti e i percorsi interni della struttura, tra le più dotate dell’intera città per spazi e servizi. In precedenza erano stati bonificati il pallone geodetico e, sempre la scorsa estate, anche il campo da calcio a otto (polivalente e utilizzabile anche per due campi da calcio a cinque). Già posizionato, inoltre, il ring per il pugilato (lato parcheggio Habitat), mentre si attende a giorni l’installazione del campo dal padel (nel parcheggio superiore) di concerto con gli ultimi interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria.
«Questa è l’ennesima tappa di un percorso che parte da lontano – il commento del sindaco Valeria Mancinelli – e che ha riguardato molti altri interventi intrapresi dall’amministrazione con serietà, solidità, visione e un percorso chiaro per sviluppare l’impiantistica sportiva. E non solo del centro città. Ma anche, e soprattutto, delle realtà “decentrate” e di quartiere importanti come questa di Torrette. Non solo centro città dunque, non solo il Del Conero e il Dorico dove siamo intervenuti con progetti di riqualificazione. Torrette si aggiunge al Nelson Mandela, a Vallemiano, al campo della Figc zona Baraccola, a Collemarino. Restano da sistemare il Don Orione e il campo dell’Aspio, per cui nelle prossime settimane usciranno i bandi per l’assegnazione della costruzione e gestione delle strutture. Sono avviati con finanziamenti certi anche i progetti per la manutenzione delle strutture all’aperto delle ex circoscrizioni. A Torrette ho trovato passione per lo sport, entusiasmo e voglia di fare. Andiamo avanti così! Siamo in presenza di una struttura tra le più belle, servite e multidisciplinari di Ancona. Dunque siamo estremamente orgogliosi di poterla restituire rinnovata alla comunità».
L’eco dell’assessore allo Sport Andrea Guidotti: «Torrette è un quartiere importante e che accoglie tanti ragazzi, giovani e meno. E spesso il centro del mondo è proprio questa cittadella sportiva. Per questo siamo soddisfatti di aver contribuito alla riqualificazione, facendo la nostra parte con i contributi e i lavori che spettavano all’amministrazione. Ma i due ringraziamenti più grandi li rivolgo al gestore, David Urbinati, che si rivela sempre una persona eccezionale, sorridente e che si impegna per risolvere problemi, e ai miei uffici, che hanno lavorato davvero in squadra per portare avanti tanti progetti di crescita sportiva.
A fine mandato avremo destinato oltre 30 milioni all’impiantistica, cui si integreranno altri 6 milioni per la rigenerazione urbana per il PalaVeneto e 2 milioni per ampliare il PalaIndoor. Crediamo fortemente nello sport per una società più civile e sana e quale ambiente di sviluppo imprescindibile per le giovani generazioni. Speriamo ora che anche lo Stato faccia la sua parte per inserire lo sport come bene di prima necessità».
«A nome della società GLS Dorica vorrei ringraziare l’amministrazione comunale per aver supportato il nostro investimento ed aver creduto in un progetto che guarda al territorio e ai giovani – le parole del vicepresidente David Urbinati -. Estendo un ringraziamento ai Portuali Ancona, società con la quale collaboriamo da quest’anno per crescere insieme, e ovviamente al nostro main partner GLS perché ci affianca nel processo di crescita.
Menziono anche l’azienda Venturelli per aver eseguito i lavori nei campi, negli asfalti e nei percorsi interni. La soddisfazione più grande, per noi, è quella di poter tornare a mettere al centro le persone, dai piccoli agli adulti, in questa rinnovata cittadella sportiva che rappresenta un punto di riferimento per Torrette, ma direi anche per la città». La GLS Dorica oggi conta oltre 250 atleti soltanto nel settore giovanile (dai Piccoli Amici agli Allievi), oltre a due prime squadre (la maschile in Terza Categoria e la femminile nel calcio a cinque). Il numero cresce se si considerano anche i tesserati nel settore pugilato e quelli dei Portuali, club amico e che da quest’anno ha trovato casa allo stadio Giuliani con una formazione seniores in Promozione e una Juniores regionale.

 

LEGGI ANCHE

Commenti
Loading...