fbpx

Trieste: presentata la XXIII edizione delle mattinate e serate musicali internazionali 2023-2024

Il concerto inaugurale della XXIII edizione si terrà domenica 10 settembre 2023 alle ore 20.30 al Museo Revoltella.

Trieste: presentata la XXIII edizione delle mattinate e serate musicali internazionali 2023-2024.

E’ stata presentata, presso la Sala Giunta, la XXIII edizione delle Mattinate e Serate Musicali Internazionali al Museo Revoltella che è stata introdotta dall’Assessore alle Politiche della Cultura e del Turismo, Giorgio Rossi, alla presenza del Direttore artistico della Nuova Orchestra Ferruccio Busoni, Massimo Belli, che ha illustrato il programma della rassegna con il Presidente dell’orchestra, Furio Belli.

Il concerto inaugurale della XXIII edizione si terrà domenica 10 settembre 2023 alle ore 20.30 al Museo Revoltella e vedrà la partecipazione – in collaborazione con il Concorso Pianistico Internazionale “Ferruccio Busoni” di Bolzano – del vincitore del Premio Busoni 2023.

Il concerto d’apertura delle Mattinate e Serate Musicali Internazionali 2023-2024 – la cui direzione artistica è a cura di Massimo Belli – sarà dedicato ad Aldo Belli, fondatore, nel 1965, dell’orchestra da camera Ferruccio Busoni.

Segui La Milano sul nostro canale Whatsapp

Tutti gli appuntamenti delle Mattinate e Serate Musicali Internazionali si svolgeranno al Museo Revoltella di Trieste eccetto quelli del 3 e 17 marzo che si terranno al Museo Sartorio. Solamente i primi due saranno in orario serale.

I possessori del biglietto di ogni singolo concerto avranno diritto all’ingresso gratuito al Civico Museo Revoltella Galleria di Arte Moderna, limitatamente alla giornata di svolgimento dell’evento.

In concomitanza con i concerti verranno organizzate inoltre dalla Nuova orchestra Ferruccio Busoni in collaborazione con la Scuola di Musica 55 – Casa della Musica delle manifestazioni rivolte alle scuole di Trieste e provincia. Altri concerti e prove aperte saranno dedicati agli studenti del Conservatorio di musica Giuseppe Tartini di Trieste e del Conservatorio Jacopo Tomadini di Udine.

La XXIII edizione delle Mattinate e Serate Musicali Internazionali 2023-2024, nate nel 2001 da un’idea di Massimo Belli e del compositore triestino Marco Sofianopulo, è presentata dalla Nuova Orchestra Ferruccio Busoni in collaborazione con il Comune di Trieste, il Ministero della Cultura, la Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, TurismoFVG e la Fondazione Benefica Kathleen Foreman Casali.

“La Nuova Orchestra Ferruccio Busoni diretta dal maestro Massimo Belli – ha rilevato in apertura l’Assessore Rossi – rappresenta una punta di diamante, con la quale vogliamo concludere in maniera classica “Trieste Estate”.

“Si ripete per il 23esimo anno – ha proseguito Rossi – la tradizione delle Mattinate e Serate Musicali, che quest’anno si svolgeranno, oltre che al Museo Revoltella, anche al Sartorio e hanno sempre trovato grande riscontro di pubblico e ampio spazio nella programmazione”. “Finiamo veramente alla grande – ha concluso Rossi – chiudendo con la musica un’estate straordinariamente ricca di attività”.

Rossi ha infine ricordato che nel 2024 cadrà il centenario della morte di Ferruccio Busoni a cui l’orchestra è intitolata e nel 2025 l’orchestra celebrerà il 60esimo anniversario di attività.

L’edizione 2023 – è stato rilevato nel corso della conferenza stampa – si avvarrà della collaborazione con il Concorso Pianistico Internazionale “Ferruccio Busoni” di Bolzano e il concerto inaugurale avrà per protagonista l’orchestra Busoni, che presenterà al pubblico triestino il vincitore appena proclamato nella finale del 3 settembre che si svolgerà a Bolzano.

“La collaborazione con questo concorso, considerato tra i più importanti al mondo – ha spiegato il direttore artistico della rassegna, Massimo Belli – ha permesso negli anni scorsi di presentare alcuni di questi eccezionali vincitori: Chloe Mun, Emanuel Ivanov, Ivan Krpan e Jae Hong Park.

“Il cartellone di quest’anno – ha spiegato Massimo Belli – è stato ampliato come numero di eventi: ben 17 contro gli 11 dell’edizione passata, undici dei quali vedranno protagonista l’orchestra, mentre gli altri saranno riservati a gruppi da camera”.

Belli si è quindi soffermato sul programma delle Mattinate e Serate Musicali Internazionali 2023-2024.

“Il programma del concerto previsto per domenica 10 settembre 2023 alle ore 20.30 comprenderà una Sinfonia di Andrea Luchesi, la prima Sinfonia K16 di W. A. Mozart (scritta quando il compositore aveva 8 anni) e un brano che verrà concordato con il vincitore del Concorso.

Il secondo concerto in orario serale, dedicato ai giovani talenti, vedrà salire sul podio, domenica 17 settembre, il pianista toscano Mattia Fusi, che nel 2022 ha ottenuto una doppia vittoria al prestigioso XXIII International Johann Sebastian Bach Competition 2022 di Lipsia (secondo premio e premio del pubblico). Perfezionatosi con un grande musicista e didatta come Siavush Gadjiev, Fusi sosterrà un recital comprendente musica di Bach, Beethoven e Brahms.

Il primo giorno di ottobre inizieranno i concerti alla domenica mattina alle ore 11.00 con “Mozart e dintorni”, concerto che vedrà esibirsi insieme all’orchestra Busoni il clarinettista Nicola Bulfone e il primo fagotto del Teatro alla Scala di Milano Valentino Zucchiatti con musica di Stamitz e Hoffmeister. Concluderà il programma una delle più famose Sinfonie di Mozart, la KV 201 in LA maggiore.

“Profumo di Francia”, il 16 ottobre – ha proseguito Belli – prevede il ritorno della violinista Giada Visentin e del pianista Luca Chiandotto, giovani musicisti che si esibiscono ormai in sale importanti con repertori di rilievo, come quello che suoneranno al Museo Revoltella e che prevede la Sonata di Faurè, la Sonata di Ravel e Introduzione e Rondò Capriccioso di Saint Saens.

“Quello del 29 ottobre sarà un programma vario che prevede un Concerto per tre violini di Vivaldi, il Concerto di Luis Sphor intrepretato da un beniamino del pubblico delle Mattinate come il violinista Lucio Degani e il brano “The Hole of Horcum” del compositore inglese John Williamson, che ci onorerà della sua presenza, interpretato da un virtuoso della fisarmonica come Franko Bozac”.

“Il 5 novembre sarà la volta del concerto intitolato “Intrecci e stime” che proporrà musica di Haydn, con la “Sinfonia degli addii”, e quella di un compositore un po’ trascurato, ma bellissimo: Johan Nepomuk Hummel, amico di Beethoven, stimato da Mozart e Haydn, autori le cui vite si sono intrecciate con reciproca stima. Interprete del concerto sarà l’oboista coreana Yehyun Kim, primo oboe della coreana Prime Philharmonic Orchestra”.

Due saranno poi i capolavori tartiniani interpretati il 19 novembre dal flautista Massimo Mercelli, musicista che si è esibito nei più importanti teatri del mondo. Completeranno il programma due Sinfonie di Pergolesi eseguite dall’orchestra Busoni.

I componenti del Terzo Suono, tra i più eminenti specialisti della prassi esecutiva barocca, daranno vita invece al concerto “Echi barocchi” il 26 novembre.

Il 10 dicembre, appuntamento con la grande cameristica in collaborazione con l’Associazione Sergio Gaggia con il quartetto capeggiato dalla violinista Anna Kandinskaya (primo premio al Konzertgesellschaft di Monaco e al Concorso Yehudi Menuhin di Parigi) con Andrea Rucli al pianoforte, David Briatore alla viola e Sebastian Bertoncelj al violoncello che condurranno l’uditorio in un viaggio musicale attraverso la Boemia.

L’ultimo concerto del 2023 si terrà il 17 dicembre e includerà musica di Hummel e Mozart. Nguyen Bao Anh, primo fagotto della Opera Society of Hong Kong, eseguirà il Concerto di Hummel mentre il flautista di fama internazionale Giuseppe Nova sarà l’interprete del Concerto di Francoise Devienne, soprannominato il Mozart francese.

Il primo concerto dell’anno nuovo, in calendario domenica 14 gennaio 2024, vedrà esibirsi un giovane virtuoso: il violinista Julian Kainrath (Premio ICMA 2022 nella categoria Discovery Award) nel concerto che il direttore artistico ha intitolato “Virtuosità e Follia”, mentre la settimana successiva, domenica 21 gennaio, la grande protagonista sarà la chitarra di Marco Tampalini con musica di Mauro Giuliani. Di Luigi Boccherini l’orchestra Busoni eseguirà due brani tra i più amati: La Musica notturna nelle strade di Madrid e la Sinfonia “La casa del Diavolo”.

Il mezzosoprano Giulia Diomede e il pianista Silvano Zabeo proporranno un programma d’arie d’opera il 4 febbraio. L’orchestra Busoni si esibirà infine il 18 febbraio insieme a tre rappresentativi musicisti asiatici: Choung Vu violino, Chulwoong Lee, trombone e Bonghwan Lee, flauto su musiche di Bach e Larsson.

Due come detto i concerti al Museo Sartorio: domenica 3 marzo appuntamento con l’orchestra Busoni, che sarà come sempre diretta da Massimo Belli e il violinista vincitore del Concorso Internazionale di Vittorio Veneto, mentre domenica 17 marzo sarà di scena un giovane e dinamico quartetto al femminile, il Quartetto New Era, che interpreterà musica di Webern, Mendelssohn e Dvorak.

All’interno del cartellone, ma in data e con repertorio ancora da stabilire, si inserirà il concerto con il vincitore del Concorso Internazionale di violino “Niccolò Paganini” di Genova con il quale l’orchestra Busoni ha stretto per la prima volta un accordo di collaborazione.

In conclusione, Belli ha voluto ringraziare per la collaborazione il Concorso Pianistico Internazionale “Ferruccio Busoni” di Bolzano, il Concorso Internazionale “Niccolò Paganini” di Genova, il Concorso Internazionale di violino “Città di Vittorio Veneto”, i Conservatori Giuseppe Tartini di Trieste e Jacopo Tomadini di Udine, l’AIAM – Associazione Italiana Attività Musicali, il CIDIM – Comitato Nazionale Italiano Musica, l’IMK – Society for the promotion of Music and Culture, Brilliant Classics, Movimento Classical, Bartok Studio, Scuola di Musica 55 – Casa della Musica, Associazione Sergio Gaggia e Festival Tartini di Pirano.

Invariato rispetto al 2022 il prezzo dei biglietti, in prevendita presso Ticketpoint (in Galleria Rossoni, Corso Italia, 9 a Trieste) con orario dalle 8.30 alle 12.30 e dalle 15.30 alle 19.00 da lunedì a sabato al costo di 15 euro più diritti di prevendita per l’intero e 12 euro più diritti di prevendita per il ridotto (under 26 e over 65).

Sono previsti anche degli abbonamenti: il carnet da 9 concerti a 90 euro più diritti di prevendita e quello da 5 concerti a 55 euro più diritti di prevendita.

E’ attiva infine pure la vendita online su: www.biglietteria.ticketpoint-trieste.it.

Informazioni scrivendo a: info@ticketpoint-trieste.it.

L’orchestra da camera Ferruccio Busoni:

L’orchestra da camera Ferruccio Busoni, fondata da Aldo Belli nel 1965, è una delle compagini storiche del panorama musicale italiano e nel 2023 ha raggiunto il cinquantottesimo anno di attività artistica. L’orchestra sarà la protagonista e raffinata interprete delle Mattinate Musicali Internazionali che sono dedicate al suo fondatore.

Trieste: presentata la XXIII edizione delle mattinate e serate musicali internazionali 2023-2024.

Riproduzione riservata © Copyright La Milano

×