fbpx
CAMBIA LINGUA

Trieste: il vicesindaco Serena Tonel ha consegnato il Sigillo Trecentesco della città all’Amar – associazione malattie respiratorie Fvg.

Il prestigioso riconoscimento è stato consegnato dal vicesindaco, Serena Tonel al Presidente di Amar Fvg, Stefano Decolle.

Trieste: il vicesindaco Serena Tonel ha consegnato il Sigillo Trecentesco della città all’Amar – associazione malattie respiratorie Fvg.

In occasione del ventennale della nuova Pneumologia Triestina a 40 anni dall’apertura dell’ospedale di Cattinara, il Comune di Trieste ha conferito all’Associazione per le malattie respiratorie Amar Fvg il Sigillo Trecentesco.

Il prestigioso riconoscimento è stato consegnato dal vicesindaco, Serena Tonel al Presidente di Amar Fvg, Stefano Decolle nel Salotto Azzurro del Comune di Trieste.

Presenti alla cerimonia anche l’assessore regionale alle Autonomie locali, funzione pubblica, sicurezza e immigrazione, Pierpaolo Roberti, il direttore SC Pneumologia ASUGI, Marco Confalonieri e il già presidente del Comitato di Gestione dell’allora USL n. 1 “Triestina”, Giuseppe Pangher.

Segui La Milano sul nostro canale Whatsapp

“E’ una giornata importante per Amar Fvg ed è anche un’occasione per ringraziare tutti i volontari che offrono la loro opera. Un ricordo va al primo Presidente dell’Amar, Sergio Petrosino e alla sua lungimiranza. Trieste è sempre stata speciale per il connubio ricerca scientifica e cura delle persona, il tendere alle cure innovative delle persone è un privilegio che avviene grazie alla presenza di persone come Marco Confalonieri, direttore SC Pneumologia ASUGI, motivo di orgoglio per la nostra città e per il nostro sistema sanitario. Oggi consegniamo ad Amar Fvg il Sigillo Trecentesco della Città di Trieste, in occasione del 20° anniversario, che non vuole rappresentare il punto di arrivo ma il punto di partenza per i prossimi 20 anni e anche oltre di attività”, ha detto il vicesindaco Serena Tonel.

“Durante il periodo del Covid il settore della pneumologia è stato uno dei più coinvolti ed ha dimostrato quanto il nostro sistema sanitario abbia dei limiti sulle forniture dei materiali. Per questo motivo il Comune di Trieste e la Regione FVG sostengono il settore delle scienze della vita nel campo delle innovazione, insieme all’apporto delle associazioni di volontariato. Le sinergie tra pubblico e privato ci aiutano a fornire risposte alle esigenze dei nostri cittadini”, ha concluso il vicesindaco Serena Tonel.

Il Presidente di Amar Fvg, Stefano Decolle ha voluto ricordare le persone che in questi 20 anni hanno contribuito alla crescita dell’Associazione, volontari e presidenti: oltre a Sergio Petrosino, Alberto Gasperini, Domenico Romeo, Bruno Salotto e Micol Brusaferro. Ha concluso ringraziando il già presidente del Comitato di Gestione dell’allora USL n. 1 “Triestina”, Giuseppe Pangher. che portò a compimento il l’ospedale di cattinara.

Amar FVG è un’associazione di volontariato senza scopo di lucro che da oltre vent’anni è vicina ai malati e al tempo stesso combatte le malattie respiratorie facendo rete con altre associazioni, dando supporto alla ricerca scientifica, fornendo attrezzature di avanguardia, aiutando chi si occupa dei malati e dei loro famigliari.

A Trieste nel gennaio 2003 nasce ufficialmente l’associazione di volontariato per le malattie respiratorie fondata da un gruppo di pazienti, medici e cosiddette “persone di buona volontà”.

Il primo Presidente è stato Sergio Petrosino, sensibilissimo e amato vice-questore di Trieste, che poi ci lascerà a causa di una gravissima e progressiva malattia polmonare che causa insufficienza respiratoria irreversibile.

L’associazione è inizialmente solo triestina (si chiamava ATMAR), ma poi con la creazione dell’Azienda sanitaria universitaria giuliano-isontina (ASUGI) allarga il suo ambito e ora comprende anche i territori di Gorizia e Monfalcone (per questo dal 2020 la T nel nome sparisce e viene aggiunto FVG).

Le attività svolte dall’Associazione in oltre 20 anni di vita sono state molteplici: ascolto dei malati respiratori, organizzazione di gruppi di mutuo-aiuto, facilitazioni per la riabilitazione respiratoria per malati con disabilità respiratoria, acquisto di attrezzature per la terapia respiratoria per pazienti (per es. concentratori portatili di ossigeno), finanziamento alla ricerca sulle malattie respiratorie, erogazione di borse di ricerca e di borse di studio, acquisto di attrezzature mediche per supporto alle attività di diagnosi e cura della struttura complessa Pneumologia, organizzazione di convegni su temi di salute pubblica, organizzazione di manifestazioni educazionali e di prevenzione per la cittadinanza (giornata del respiro, partecipazione a marce non competitive, ecc).

AMAR è un’associazione di volontariato senza scopo di lucro che vuole essere vicina a chi è malato in un apparato vitale come quello respiratorio e al tempo stesso combattere le malattie respiratorie facendo rete con altre associazioni, dando supporto alla ricerca scientifica, fornendo attrezzature di avanguardia, aiutando chi si occupa dei malati e dei loro famigliari.

Nel 2022, in una serata con Massimo Ranieri al Teatro Rossetti gremito di cittadini, AMAR è stata premiata dall’Associazione Commercianti di Trieste con la Rosa d’Argento per l’attività svolta durante la pandemia COVID-19.

Trieste: il vicesindaco Serena Tonel ha consegnato il Sigillo Trecentesco della città all'Amar- associazione malattie respiratorie Fvg.

Riproduzione riservata © Copyright La Milano

×