fbpx

Roma: sono 12 i giovani artisti vincitori del Premio nazionale delle arti. A Carrara la cerimonia di premiazione

Il Ministro Bernini: "Stanziati 206 milioni per l'edilizia delle istituzioni AFAM"

Roma: sono 12 i giovani artisti vincitori del Premio nazionale delle arti. A Carrara la cerimonia di premiazione.

Roma. Sono stati assegnati ieri mattina i riconoscimenti per la sezione arti figurative, digitali e scenografiche del Premio nazionale delle arti (PNA). Undici i riconoscimenti consegnati alle migliori opere realizzate dagli studenti delle Accademie di belle arti di tutta Italia per questa diciassettesima edizione del premio. La cerimonia si è tenuta ieri mattina a Carrara, al Teatro degli Animosi. Alla cerimonia è intervenuta il Ministro, Anna Maria Bernini.

Il Premio è promosso annualmente dal Ministero dell’Università e della Ricerca (MUR) nell’ambito delle iniziative a favore dell’Alta formazione artistica, musicale e coreutica (AFAM). “Cultura materiale_cultura dei materiali“: è il tema scelto nella sezione arti figurative per l’edizione 2023. L’organizzazione è stata affidata quest’anno all’Accademia di Belle Arti di Carrara.

A far da cornice al Premio le mostre con le opere realizzate da un centinaio di studenti delle 25 Accademia di Belle Arti italiane, visibili fino al 14 gennaio 2024, ospitate in tre edifici storici di Carrara: Palazzo Cybo-Malaspina, sede dell’Accademia, Palazzo Del Medico e Palazzo Binelli.

Segui La Milano sul nostro canale Whatsapp

 

“Questo Premio è molto importante per noi. È un progetto in cui crediamo che vuole valorizzare il talento, la creatività, l’arte. E ci permette di dare attenzione al sistema dell’Alta formazione artistica, musicale e coreutica, l’AFAM. Una delle tre anime del Ministero dell’Università e della Ricerca che noi vogliamo rafforzare“, ha spiegato il Ministro Anna Maria Bernini aggiungendo: “Il percorso AFAM verso l’omologazione come percorso universitario è stato già avviato. Abbiamo emanato il primo regolamento sul reclutamento, continueremo a lavorare per portare il sistema dell’AFAM all’equipollenza rispetto alla laurea universitaria”.

Il Ministro Bernini ha poi evidenziato come, proprio su impulso del MUR, la legge di Bilancio stanzia 206 milioni per finanziare interventi in edilizia a favore di tutte le istituzioni dell’Alta formazione artistica, musicale e coreutica.

I premi assegnati:

Sezione Arte elettronica: Carlotta Premazzi – Carrara. Titolo: “Lucid Dream”
Sezione Arti grafiche: Laura Paladini – Lecce. Titolo: “Crittografia Simmetrica”
Sezione Decorazione: Arianna Ladogana – Bari Titolo: “L’anima verde”
Menzione: Rita Amadori – Ravenna. Titolo: “Mnemosyne”
Sezione Fotografia: Raffaele Rando – Catania Titolo: “Anime sole”
Menzione: Ariele Giari – Carrara Titolo: “Materia viva”
Sezione Opere interattive: Polvere Eliana e Violi Manuela – Roma Titolo: “Resonance galactica”
Sezione Pittura: Anica Kitanoska – Ravenna Titolo: “Posto sconosciuto”

Menzioni:

Daniele Paternostro – Palermo Titolo: “I,VECO”
Marco Chemello – Verona Titolo:” Larvae Painting”
Sezione Produzioni audiovisive di narrazione e creazione: Jiang Yijun – Carrara. Titolo: “Il Tocco, la chiamata”
Sezione Scenografia teatrale, cinematografica e televisiva: EX equo Marta Galbiati – Milano Mammana Francesca – Milano
Titolo: “Macbeth”
Menzione: Alessandra Bianchettin – Carrara Titolo: “L’Italiana d’Algeri”
Sezione Scultura: Perrucci Lorenzo – Carrara Titolo: “Kids”
Menzione: Emanuele Fontana – Carrara Titolo: “Open”
Sezione Videoinstallazioni: Lara Schilirò – Catania Titolo: “Autoritratto: vivo dunque mi esprimo”
Sezione Restauro: Claudia De Rose, Accademia Belle Arti di Bologna, PFP5
Menzione: Alexandru Vlad Hristodor – Accademia Belle Arti Statale di Verona, PFFP1

artisti

Riproduzione riservata © Copyright La Milano

×