fbpx

54enne marocchino, irregolare su territorio è stato accompagnato al Centri di permanenza per i rimpatri di “Ponte Galeria” per la successiva espulsione.

Nella giornata del 23 novembre veniva scarcerato per fine pena anticipata, un soggetto pericoloso, irregolare sul territorio nazionale.

54enne marocchino, irregolare su territorio è stato accompagnato al Centri di permanenza per i rimpatri di “Ponte Galeria” per la successiva espulsione.

Nella giornata del 23 novembre veniva scarcerato per fine pena anticipata, un soggetto pericoloso, irregolare sul territorio nazionale, che in passato era entrato nel territorio italiano dalla frontiera di Ventimiglia.

Lo stesso, 54enne, di nazionalità marocchina, era già noto alle Forze dell’Ordine poiché gravato da vari precedenti penali, in particolare per reati contro il patrimonio, nonché per essere inottemperante all’ordine del Questore di lasciare il territorio nazionale.
Il Servizio Immigrazione, nelle more dell’espulsione, riservava un posto presso il CPR di “Ponte Galeria” (RM). Gli veniva notificato, quindi, il decreto di espulsione emesso dal Prefetto di Lecco poiché soggetto ritenuto socialmente pericoloso ed il provvedimento di trattenimento presso il CPR emesso dal Questore di Lecco.

In relazione a quanto sopra, personale della Polizia di Stato di Lecco procedeva quindi, nella giornata di ieri, all’accompagnamento del soggetto al citato Centro di Permanenza per il Rimpatrio di “Ponte Galeria”, per l’attivazione delle successive procedure finalizzate al suo rimpatrio nel paese d’origine.

Segui La Milano sul nostro canale Whatsapp

54enne marocchino, irregolare su territorio è stato accompagnato al Centri di permanenza per i rimpatri di “Ponte Galeria” per la successiva espulsione.

Riproduzione riservata © Copyright La Milano

×