Palermo, duro colpo al mandamento mafioso di Porta Nuova

Fermati i capi di 6 piazze di spaccio del centro

Palermo, duro colpo al mandamento mafioso di Porta Nuova.

All’alba un blitz dei Carabinieri ha portato al fermo di 18 persone ritenute responsabili di associazione mafiosa, associazione finalizzata al traffico di stupefacenti, estorsioni e rapine aggravate dal metodo e dalle finalità mafiose.

L’operazione, convenzionalmente denominata “Vento”, rappresenta l’esito di una complessa attività d’indagine svolta contro del mandamento mafioso di Palermo – Porta Nuova.

Individuando il soggetto ritenuto reggente dell’associazione, è stato delineato l’organigramma del mandamento mafioso. L’indagine ha rivelato il profilo di altri sodali, sospettati di essere figure apicali e gregari qualificati delle famiglie di Porta Nuova e Palermo Centro. 

Nell’ambito dell’operazione è stata ricostruita un’articolata associazione finalizzata al traffico di stupefacenti di ogni tipo (hashish, marijuana, cocaina, eroina e crack) gestita, in tutta la sua filiera (dalle fasi di approvvigionamento all’ingrosso allo spaccio sul territorio) dai vertici dello stesso mandamento di Porta Nuova. 

Pertanto, sono stati fermati i capi di ben 6 piazze di spaccio, localizzate nei centralissimi quartieri del Capo, della Vucciria, di Ballarò e della Zisa (via dei Cipressi, piazza Ingastone e via Regina Bianca). Tutti elementi ritenuti organici a Cosa nostra.

Appena una settimana fa, nelle stesse zone, l’omicidio di Giuseppe Incontrera, soggetto ritenuto ai vertici della famiglia mafiosa di Porta Nuova. 

Il blitz di oggi, messo in atto su indicazione della Direzione Distrettuale Antimafia della Procura di Palermo, serve anche a scongiurare il ripetersi di episodi simili, o peggio, la tentazione degli indagati di darsi alla latitanza perché responsabili diretti o indiretti del recente omicidio.

Schermata 2022-07-06 alle 20.05.02

LEGGI ANCHE

Commenti
Loading...