Gestivano lo spaccio a Milano e nei boschi dell’hinterland, 17 arresti

Al centro dell’operazione anche il cosiddetto “boschetto della droga” di Rogoredo

Gestivano lo spaccio a Milano e nei boschi dell’hinterland, 17 arresti.

15 arresti e 2 obblighi di presentazione alla polizia giudiziaria sono le misure emesse al termine di un’indagine della Polizia di Stato di Milano nei confronti di un gruppo criminale ritenuto presunto responsabile di un giro di spaccio di stupefacenti. Al centro dell’operazione anche il cosiddetto “boschetto della droga” di Rogoredo.

Le indagini hanno permesso di accertare l’esistenza di una vera e propria associazione per delinquere con struttura verticistica, dedita al traffico di ingenti quantitativi di eroina, ma anche cocaina e hashish, proveniente dall’estero per l’immissione nel mercato illecito.

Nella banda sarebbero confluiti membri di un gruppo albanese e di uno marocchino, con diverse mansioni. Gli albanesi, secondo le accuse, si sarebbero occupati di approvvigionamento e logistica, preparando le dosi in un appartamento in viale Umbria, a Milano. 

I marocchini, invece, acquistavano droga dagli albanesi in ingenti quantitativi per poi a loro volta tagliarla e immetterla nelle piazze di spaccio boschive che gestivano tra le quali il bosco di Rogoredo

Sequestrati 25 kg di eroina, 33 di hashish, 134 g di cocaina e quasi 200mila euro in contanti.

droga Milano

LEGGI ANCHE

Commenti
Loading...