Photo Vogue Festival. Si è conclusa domenica la seconda edizione

139

Milano, 20 novembre 2017. Nel weekend appena trascorso Milano ha celebrato la fotografia di moda con il Photo Vogue Festival – the first fashion photography festival in Italy. Evento dislocato su più location motivato dalla citazione di Judith Turman “È snob e provinciale liquidare la moda come mera frivolezza (…) Gli abiti parlano: di potere, di bellezza, di piacere, di sesso, di soldi, di classe, di desiderio, di genere, di età – delle aspirazioni e disperazioni di milioni di persone”.

Photo Vogue Festival è primo festival internazionale della fotografia di moda legato a un grande magazine del settore come Vogue Italia. La prima edizione ha visto la luce nel 2016 e quest’anno è stato ampliato coinvolgendo più artisti, più eventi e soprattutto più spazi contemporaneamente. L’edizione 2017 del Festival ha infatti orbitato intorno a due location principali. La prima, Palazzo Reale, grazie al patrocinio del Comune di Milano ed il contributo di Mediolanum Farmaceutici SpA, ha ospitato una monografica del maestro della fotografia di moda Paolo Roversi, famoso per creare sublimi scatti fotografici con la sapiente gestione della luce e delle Polaroid in grande formato. La mostra dal titolo “Paolo Roversi – Stories” ha articolato il suo percorso attraverso le 9 stanze degli Appartamenti del Principe, suddividendo l’esposizione appunto in 9 «storie».

Nello spazio coworking di Base Milano, invece, Vogue Italia ha organizzato il suo quartier generale. Grazie al sostegno di Huawei, Martini, Mediolanum Farmaceutici SpA e Natuzzi Italia, nelle quattro giornate ricche di eventi sono state allestite collettive fotografiche, talk, proiezioni e party.

Tra le mostre fotografiche, una nota di merito va a ”Fashion & Politics in Vogue Italia”, esibizione fotografica in cui, attraverso tematiche delicate come le catastrofi ambientali, la violenza, la diversità, l’ossessione per la chirurgia plastica è stato possibile ripercorre le copertine e la lunga tradizione del magazine di moda guidato per lunghi anni dalla compianta Franca Sozzani ed ora sotto la direzione di Emanuele Farneti. In mostra anche l’ultima copertina con il “bacio” – Vogue Settembre 2017 ed il numero tutto Over 60.

La mostra PhotoVogue/Vision invece ha presentato al pubblico il risultato di uno scouting svoltosi sulla piattaforma fotografica di Vogue.it, in cui una giuria internazionale composta tra l’altro dall’artista Bruce Weber ha scelto i migliori talenti del settore, alcuni già presentati in anteprima in occasione della Vogue Fashion’s Night Out – Vogue for Milano svoltasi a settembre.

Il programma del Photo Vogue Festival, evento diretto da Alessia Glaviano, Photo Editor di Vogue Italia, ha previsto anche una serie di talk con esperti del panorama fotografico mondiale, e la presenza di rinomati curatori e photo editor a disposizione dei talentuosi fotografi che, in grande numero hanno affollato Base Milano. Ma al di la delle due location, l’evento ha potuto contare sul supporto delle istituzioni culturali, delle scuole di fotografia e delle gallerie specializzate di tutta la città che hanno realizzato mostre tematiche durante i giorni del Festival.

“Moda e fotografia sono entrambi linguaggi: parlano all’uomo moderno, definiscono la sua esperienza e il suo mondo – ha commentato il direttore artistico del Festival Alessia Glaviano – Photo Vogue Festival vuole essere il luogo dove moda e fotografia si incontrano e dialogano, offrendo al pubblico una vetrina privilegiata e, ai giovani fotografi, un’occasione altrimenti impossibile di confronto con molti dei più grandi professionisti della fotografia contemporanea. È un gesto di apertura e condivisione, l’inizio di un dialogo che potrà proseguire oltre le date e lo spazio fisico del Festival”.

Articolo e foto di Settimio Martire

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...