Le nostre MISS: Alessandra, Alessia e Sara modelle della MOOD Agency in corsa per MISS ITALIA

324

La MOOD Agency partner di La Milano ha nel proprio entourage Alessandra Russo, Alessia De Santis e Sara Zorzi, modelle che oltre a fare parte della MOOD Agency – Image Agency | Communication stanno concorrendo a MISS ITALIA.

ALESSANDRA RUSSO

La nostra MISS, Alessandra Russo modella della MOOD Agency, in concorso per MISS ITALIA. Alessandra 21 anni è una bellezza che toglie il fiato, ma anche una persona spiccata, intelligente e decisa, una ragazza in gamba, a dire poco. Studentessa in Scienze della Comunicazione, di Como, ha partecipato alle selezioni di MISS ITALIA passando MISS LOMBARDIA e accedendo allo step successivo, ora manca veramente poco per approdare al concorso “premiato” in cui si incoronerà la bellezza e bravura italica per eccellenza. Le “prove” da superare oltre la bellezza, sono state la “prova presentazione”, “portamento” e”aspetto fisico” e poi la “recitazione”.

“Ho partecipato per mettermi in gioco, amo gli eventi, il giornalismo, mi piace fare gruppo, conoscere altre persone, confrontarmi  – ci dice Alessandra – sono esperienze che ti restano e rimangono nel cuore, e poi ce tanta ansia positiva e adrenalina”

“Oltre alla bellezza – precisa Alessandra – devi far vedere che hai altre doti, doti personali, perchè la bellezza non basta da sola, e poi è importante sempre metterci impegno”.

Che dire, auguri Alessandra e avanti così, avanti tutta!


ALESSIA DE SANTIS

Alessia Desantis, classe 2000, modella della MOOD Agency in concorso per MISS ITALIA. Alessia una ragazza di 18 anni, solare e decisa con tanta voglia di mettersi in gioco. Per lei partecipare a MISS ITALIA è una vera esperienza di vita, dove a contare sono soprattutto le doti personali, la bravura, l’impegno, un opportunità di crescita personale – ci dice Alessia.

Non solo bellezza, ovviamente la bellezza è essenziale, è importante, ma va di pari passo con la bravura, le capacità personali.

La motivazione che ha spinto Alessia a concorrere a MIIS ITALIA è particolare, sicuramente diversa da molte altre storie, altre motivazioni.

Una carissima amica di famiglia chiese ad Alessia di concorrere al concorso, voleva veramente vedere Alessia in gara. Alessia era titubante, non si sentiva abbastanza pronta o forse non ci credeva abbastanza. Un giorno la sfera di amici di famiglia di Alessia subisce un lutto, l’amica che voleva vedere Alessia gareggiare per MISS ITALIA scompare.

Da li a poco il destino si ripresenta alle porte di Alessia Desantis, si ripresenta col concorso a MISS ITALIA.

Questa volta la ragazza non ci pensa due volte, e anche per affetto dell’amica di famiglia scomparsa, che teneva così tanto affinchè lei partecipasse, Alessia si mette in gioco, si mette in gara.

Il casting a Milano Fiera viene superato, tante le persone, ragazze in gara, Alessia ce!

Il primo step era la presentazione di se stesse, Alessia veste un abito verde, verde speranza dice Alessia. Ricorda anche il numero lo 07.

Altra prova altra sorpresa, il ballo. Alessia porta il ballo come prova, il suo stile è la DanceHall, ballo tipico stile Reggaeton di origine Jamaicano.

Casting passato e via con la sfilata, la bellezza di Alessia e la sua bravura con tutta la voglia e la grinta sfilano sulla passerella.

“Mi piace il concorso di MISS ITALIA perchè non è solo bellezza – ci dice Alessia – ma è un concorso che premia la bravura, l’impegno, la persona in se, e poi voglio dare soddisfazione alla mia amica scomparsa”.

“Con MISS ITALIA vorrei crescere professionalmente, e realizzare i miei sogni nel cassetto. Non è semplice a 18 anni – spiega Alessia – affrontare un concorso così imponente e competitivo. Credo in me stessa e vorrei mostrare ciò che sono realmente, questo mi crea molta soddisfazione”.

Credo che Alessia ci abbia parlato col cuore, e quando si parla col cuore si vede!

Auguri Alessia!


SARA ZORZI

Sara Zorzi modella della MOOD Agency, in concorso per MISS ITALIA! Sara Zorzi, 20 anni, modella della MOOD Agency in concorso per MISS ITALIA. Sara è una splendida e solare ragazza, atleta di ginnastica ritmica fin dalla tenera età. Caparbia e tenace, forte e decisa, una ragazza dolce e molto sensibile, sportiva, campionessa di ginnastica: la sua passione.

Passione, la ginnastica, che le ha permesso di affrontare la vita, sia dal punto di vista sportivo, sia dal punto di vista relazionale. “La ginnastica era una prova continua” spiega Sara – “era un continuo miglioramento, ho sempre cercato di imparare dai miei sbagli. Quando qualcosa non funzionava, mi adoperavo per non fare più lo stesso errore, la ginnastica è stata una scuola che mi ha portata a superare tanti ostacoli”. Ora Sara, dopo aver lasciato la ginnastica, allena le giovanissime allieve, un gratificazione che per Sara continua.

Carattere tenace quello di Sara, dopo aver lasciato la sua più grande passione, la ginnastica ritmica, Sara con la sua bellezza e la sua bravura, ha concorso alle selezioni di MISS Italia Lombardia, superandole.

“Cercavo quell’adrenalina” – ci dice Sara – “quella stessa bella adrenalina che mi dava la ginnastica.”

Momenti importanti per Sara, gratificazione, voglia di mettersi in gioco, di mostrare a se stessa la propria capacità e bravura. “Cercavo quei momenti pieni di adrenalina prima di entrare in pedana, ed effettivamente nel concorso di MISS è stato così!”

Mettersi in gioco, migliorare se stessa: “è una sfida per me, cerco di migliorarmi e, certo essendo una sportiva sono competitiva, – continua Sara – ma soprattutto verso me stessa”.

“Il giorno del Concorso, esattamente il 17 febbraio, due giorni dopo il mio 20esimo compleanno, tremavo” . “Ho portato un esibizione di ginnastica ritmica a corpo libero molto improvvisata, l’esibizione è stato l’unico momento in cui non tremavo!” racconta Sara. La concentrazione e l’attenzione per quello che stava facendo superava di gran lunga la sua paura, l’ansia, e Sara da sportiva lo sa, e lo sa fare.

“Sapevo ciò che facevo, non era nulla di nuovo per me, rispetto al resto, ad esempio sfilare, che non avevo mai fatto!”

Per Sara il concorso MISS Italia è anche imparare, imparare e migliorare sempre di più. “Vorrei portare un esibizione con le clavette (attrezzo della ginnastica ritmica) – continua Sara – è un mio vecchio esercizio e spero possa emozionare come  alle mie scorse gare”. Forse perchè, per Sara, creare qualcosa che emoziona è importante, la ginnastica ritmica è sport ed è arte, le emozioni si trasmettono a chi ammira, gli spettatori, la bellezza dei gesti, dei movimenti, della musica in sintonia e sinergia con la ginnasta, un emozione che irrora sia Sara sia il pubblico, in un tutt’uno di armonia e passione.

Così come per la ginnastica Sara porta le proprie emozione e la sua passione, bellezza, bravura e adrenalina a MISS Italia, creando la stessa emozione coinvolgente.

“Non voglio pensare troppo al futuro ma cerco di vivere questa esperienza volta per volta”.

Grazie Sara!

Articolo di Lorenzo Chiaro

 


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 

Commenti
Loading...