Vicenza, dal 6 all’8 agosto “Pizza festival” a Campo Marzo

Vicenza, venerdì 6, sabato 7 e domenica 8 agosto arriva a Campo Marzo il Pizza Festival organizzato da Pizza festival in tour con la collaborazione dell’assessorato al turismo e alle attività produttive.

“Dopo il successo dell’edizione precedente, abbiamo confermato un appuntamento che l’anno scorso ha portato tantissime famiglie in Campo Marzo ad apprezzare la regina dei piatti tipici italiani, simbolo del Made in Italy e del successo della dieta mediterranea nel mondo”- dichiara l’assessore alle attività produttive e al turismo Silvio Giovine.

Sarà una vera e propria festa della pizza preparata in tutti i gusti e le versioni, dalla classica alla napoletana, alla pugliese, alla toscana fino alla focaccia ligure.
24 pizzaioli saranno all’opera su otto forni, impastando e servendo pizze negli stand che saranno aperti nei seguenti orari: venerdì dalle 18 alle 24, sabato e domenica dalle 12 alle 24.

Pubblicità Online, Guest Post, Banner, Redazionali, Link Building

Le pizze verranno realizzate con prodotto di eccellenza. Uno stand sarà dedicato alla birra italiana e ci saranno anche i truck food con pizza fritta, sfogliatelle, panzerotti, arrosticini e grigliate.

L’evento si svolgerà nel rispetto delle normative anti Covid. L’accesso sarà possibile con mascherina, sarà a disposizione gel disinfettante e i tavoli saranno costantemente igienizzati. Sarà garantito il rispetto della distanza di 1 metro.

Il 4 febbraio 2010, la pizza e stata ufficialmente riconosciuta come Specialità tradizionale
garantita della Comunità Europea
Nel 2017 il Comitato Intergovernativo per la Salvaguardia del Patrimonio Culturale Immateriale dell’Unesco: “L’Arte del Pizzaiuolo Napoletano come parte del patrimonio culturale dell’Umanità trasmesso di generazione in generazione e continuamente ricreato, in grado di fornire alla comunità un senso di identità e continuità, e di promuovere il rispetto per le la diversità culturale e la creatività umana, secondo i criteri previsti dalla Convenzione Unesco del 2003”.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...