fbpx
CAMBIA LINGUA

Verona: da giovedì a sabato in Gran Guardia il 15esimo Salone dell’orientamento

L'iniziativa è promossa da Rete Orienta Verona e rientra nell'ambito di "Novembre, mese dell'orientamento a Verona", con la città capofila nell'organizzazione di eventi rivolti al futuro dei giovani.

Verona: da giovedì a sabato in Gran Guardia il 15esimo Salone dell’orientamento.

Un’edizione che vede un maggior coinvolgimento degli studenti, con quasi tremila ragazzi delle scuole medie, e le loro famiglie, che potranno conoscere l’offerta scolastico-formativa di 61 istituti.

L’iniziativa è promossa da Rete Orienta Verona e rientra nell’ambito di “Novembre: mese dell’orientamento a Verona”, con la città capofila nell’organizzazione di eventi rivolti al futuro dei giovani.

La scelta della scuola superiore è senza dubbio un primo importante passo per progettare il proprio futuro. Un momento che coinvolge studenti, studentesse e famiglie in prima persona per individuare la scuola che meglio risponde alle singole esigenze. A loro è dedicato il “Salone dell’Orientamento”, iniziativa giunta alla quindicesima edizione che si terrà da giovedì 9 fino a sabato 11 novembre in Gran Guardia, organizzata dall’Assessorato alle Politiche educative e scolastiche del Comune di Verona, la Provincia, e la rete “ORIENTAVERONA”, con il patrocinio dell’Ufficio VII – Ambito territoriale di Verona.

Segui La Milano sul nostro canale Whatsapp

La manifestazione, rivolta agli alunni delle classi 3^ delle Scuole Secondarie di I grado e alle loro famiglie, vedrà 61 istituti scolastici statali e paritari, ripartiti tra licei, istituti tecnici, professionali e scuole della formazione professionale presentare la propria offerta formativa.

Alla manifestazione, che beneficia del contributo di Fondazione Cattolica, parteciperanno, nelle mattinate del 9 e 10 novembre, 135 classi di Scuola secondaria di I Grado per un totale di circa 2800 studenti. Nei pomeriggi delle stesse giornate e per tutto il sabato 11 novembre il salone è aperto alla visita delle famiglie con ingresso libero per raccogliere informazioni in merito ai diversi percorsi di studio, incontrare docenti e studenti, un’occasione per confrontare tutte le possibili opzioni di scelta.

L’inaugurazione sarà giovedì 9 novembre, alle 9 all’Auditorium, a cura della Rete ORIENTAVERONA e alla presenza del Dirigente dell’Ufficio Scolastico Sebastian Amelio e dell’Assessore alle Politiche educative e scolastiche del Comune di Verona, Elisa La Paglia. Per l’occasione studenti e studentesse delle scuole secondarie presenteranno la performance “Che spettacolo di scuola!”, un messaggio di incoraggiamento per i compagni più giovani impegnati nella scelta del futuro percorso di studi per trovare il proprio talento e fare la scelta giusta.

Il 9 e 10 novembre, alle 16, verranno proposti gli incontri per famiglie “Scelgo la mia scuola, progetto il mio futuro”, finalizzati a favorire momenti di informazione e di riflessione sui criteri da utilizzare per la scelta del percorso scolastico in ottica di orientamento formativo. Saranno inoltre disponibili gli sportelli di consulenza a cura di COSP, Rete Tante Tinte, Sportelli Inclusione e Ufficio inclusione UAT VII di Verona.

Il Salone dell’orientamento è una delle attività previste all’interno dell’iniziativa “Novembre, mese dell’orientamento”, promossa dall’Ufficio Scolastico Territoriale di Verona, nell’ambito della programmazione elaborata dal Tavolo tematico Scuola-Lavoro-Orientamento e finalizzata a raccogliere in una rassegna le numerose proposte in tema di orientamento presenti sul territorio.

Programma completo sul sito https://www.orientaverona.it/ e sulla pagina FB Salone dell’Orientamento Verona, durante i giorni della manifestazione e per l’intero anno scolastico.

Il Salone è stato presentato questa mattina in Sala Arazzi. Sono intervenute l’assessora alle Politiche educative e scolastiche Elisa La Paglia, per l’Ufficio Scolastico Territoriale verona Laura Parenti e per la Rete Orienta Verona Monica Dal Moro.

“Siamo felici di rinnovare questa collaborazione per lo svolgimento del Salone dell’orientamento – ha commentato l’assessora alle politiche educative e scolastiche Elisa La Paglia -. Su questo tema passano le scelte di vita, quindi il futuro di molti studenti e studentesse. Sbagliare questa scelta significa limitare fortemente le opportunità di studio e realizzazione personale. In questo dobbiamo porre attenzione, perché il pregiudizio su determinate scuole in tutti i campi è molto forte, quindi serve un’approfondita conoscenza delle scuole. Sottolineo infine che le scuole sono in costante aggiornamento e trasformazione, quindi faccio un appello alle famiglie di non porsi attraverso la loro esperienza, che magari è di quarant’anni fa, ma di affidarsi a chi conosce e ha osservato l’innovazione in corso delle scuole attuali”.

“L’iniziativa è stata ripensata in chiave formativa – sottolinea Laura Parenti – con una modalità che vedrà gli studenti maggiormente coinvolti. A Verona ci sono molte iniziative legate all’orientamento, soprattutto a novembre, e il Salone sarà per l’Ufficio Territoriale l’occasione di presentare il Patto di Collaborazione Territoriale con il Comune e le scuole, e il Protocollo Legalità con l’Università, per estendere più possibile l’attenzione alle iniziative formative e alla collaborazione in azioni di sistema”.

“Sono molte le attività in programma – spiega Monica Dal Moro – con un percorso di visita che è stato creato appositamente e che consigliamo di seguire, per confrontarsi con studenti e docenti, per fare domande e capire quale potrà essere il proprio talento e la propria strada”.

Verona: da giovedì a sabato in Gran Guardia il 15esimo Salone dell'orientamento.

Riproduzione riservata © Copyright La Milano

×