Trieste, dal 17 al 19 giugno sarà “un weekend d’autore” al Magazzino 26

Il Magazzino 26 diventerà poi il centro permanente della cultura in Porto Vecchio

Trieste, personaggi della cultura italiana interverranno giovedì 17, venerdì 18 e sabato19 giugno per presentare i loro ultimi libri e per conoscere la “Città celeste”, come ha intitolato il suo libro Diego Marani, triestino di adozione, oggi direttore dell’istituto italiano di cultura di Parigi. Tre giorni per coinvolgere i lettori della città ed il pubblico in generale anche a conoscere a frequentare i nuovi spazi del Magazzino 26 che diventerà il centro permanente della cultura in Porto Vecchio.

E’ questo il programma della prima edizione di “Trieste un week end d’autore”, interessante iniziativa culturale e letteraria presentata ufficialmente oggi (lunedì 14 giugno) nella sala giunta del Comune di Trieste dall’ assessore alla Cultura Giorgio Rossi e da Giuliana Variola, ideatrice e curatrice della nuova rassegna e di manifestazioni del calibro di “Pordenone Legge” e di “Libri e autori sotto l’ombrellone” a Grado.

“Quest’idea -ha detto l’assessore Giorgio Rossi – viene da Giuliana Variola che ha una notevole esperienza in materia per gli eventi che è riuscita a realizzare. Siamo all’anno zero di una proposta sperimentale, che accoglierà alcuni autori e libri in una città città già letteraria di per sé, che ha rinnovato la candidatura Unesco a città della letteratura, anche se lo siamo già di fatto, basta pensare ai nostri “titani” del Novecento: Svevo, Joyce, Saba”. Credo -ha concluso Giorgio Rossi – che abbiamo il dovere di far sì che la letteratura e il leggere riprendano sempre più quota. Credo che leggere sia fondamentale per aprire la nostra mente e questo è un evento da apprezzare e pubblicizzare e che vedrà la presenza di autori importanti, con incontri aperti a tutti”.

Pubblicità Online, Guest Post, Banner, Redazionali, Link Building

“E’ il numero zero di una programmazione che vorremmo portare avanti e ampliare negli anni -ha detto Giuliana Variola – per farne un appuntamento continuativo, perché Trieste è una città ideale per una manifestazione del genere, partendo dal suo passato per arrivare all’oggi”. Giuliana Variola ha quindi presentato il calendario completo della manifestazione.

Si comincia giovedì 17 giugno, alle 10.00, in sala Luttazzi, con un omaggio al maestro Morricone; la presentazione del libro “Morricone” di Maurizio Baroni, Lazy dog Press editore, e brani celebri dei suoi film, eseguiti da Mauro Maur alla tromba e Francoise de Clossey al piano. Introduce Alex Pessotto. Nel pomeriggio, alle 17.00, Stefano Zecchi con il suo ultimo romanzo “Anime nascoste”, edito da Mondadori, ad intervistarlo Elena Commessatti. A seguire alle 18.00 il giornalista e scrittore Gennaro Sangiuliano direttore del TG2 autore di celebri biografie di Putin, Xi JnPing, Trump, con il suo ultimo libro : “Reagan. il Presidente che cambiò la politica americana”, Mondadori. Lo introduce Elisabetta de Dominis.

Il mattino dopo, venerdì 18 giugno, alle ore 10.00, è prevista una passeggiata alla scoperta della Trieste letteraria da Svevo a Joyce a Saba, a cura del FAI di Trieste, per ricordare la delegata e amica Mariella Marchi. Nel pomeriggio, sempre in sala Luttazzi alle 16.00, Francesco Zambon con “Il pesce piccolo” edito da Feltrinelli. A seguire in diretta streaming da Washington, il prof. Carlo Cottarelli, intervistato dal giornalista Ferdinando Avarino, ci parlerà del suo libro “All’inferno e ritorno. Per la nostra rinascita sociale ed economica”, Feltrinelli editore. Alle 18.00 il magistrato Carlo Nordio con il suo libro fresco di stampa “Appunti di storia e di costume”, Silvano Piazza editore, a dialogare con lui Franco Del Campo.

Si riprende infine sabato mattina, 19 giugno, alle 10.00, in sala Luttazzi, due incontri dedicati alle donne con due scrittrici: Ilaria Tuti e l’ultimo libro “Figlia della cenere” Longanesi intervistata da Margherita Reguitti e Paola Calvetti “Le rivali Mondadori” intervistata da Elena Commessatti; questo anche per collegarci con la Terza Biennale Internazionale donne allestita nei piani sottostanti la sala Luttazzi e dove su richiesta sarà prevista una visita.

“Trieste:un week end d’autore” è ideata e realizzata da Az-Comunicazione con il Comune di Trieste – Assessorato alla Cultura. Nel rispetto delle disposizioni anti Covid-19, tutti gli incontri sono ad ingresso libero, fino ad esaurimento dei posti disponibili in sala.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...