fbpx
CAMBIA LINGUA

Sondrio: Furioso Festival in Valtellina

Una serie di eventi artistico-culturali destinati in particolar modo a giovani e giovanissimi

Sondrio: Furioso Festival in Valtellina.

Dopo il successo delle iniziative presentate in Valtellina nel 2016/2018 per il V centenario della pubblicazione dell’Orlando Furioso di Ludovico Ariosto, che hanno portato alla notorietà nazionale e internazionale il patrimonio ariostesco valtellinese, la Provincia di Sondrio ha preso l’iniziativa di valorizzare e sostenere il progetto dell’Associazione Bradamante ODV sull’itinerario turistico culturale “L’Orlando Furioso in Valtellina”, identificando il Comune di Sondrio capofila del progetto di rete che coinvolge i Comuni di Morbegno, Talamona, Chiuro, Teglio e Bianzone.

Bradamante ODV, organizzazione di volontariato con sede a Teglio, opera dal 2008 per la valorizzazione e promozione del patrimonio ariostesco valtellinese costituito dagli importanti cicli di affreschi rinascimentali ispirati al poema di Ludovico Ariosto presenti nelle sedi museali di Palazzo Besta a Teglio e Castello Masegra a Sondrio, e sulla facciata del privato Palazzo Valenti di Talamona; sul percorso si trova la medioevale Torre di Roncisvalle a Castionetto di Chiuro, per omonimia del toponimo con la Roncisvalle della Navarra spagnola dove perse la vita il leggendario paladino Orlando, che conserva permanentemente un’opera contemporanea dedicata all’Ippogrifo.

Il soggetto dell’Orlando Furioso, tra i più importanti testi classici della letteratura italiana è conosciuto nelle Università e nelle scuole di ogni ordine e grado; particolarmente vitale nelle arti contemporanee, questa autentica fortuna figurativo-letteraria, che costituisce una specificità della Valtellina di singolare attrazione, è promossa da Bradamante ODV attraverso la ricerca culturale con mostre, convegni, manifestazioni e pubblicazioni divulgative nell’intento di favorire relazioni e scambi tra i Comuni della Provincia di Sondrio ed altre realtà ariostesche nazionali, come Mantova, Ferrara, Reggio Emilia, Castelnuovo di Garfagnana.

Segui La Milano sul nostro canale Whatsapp

In Valtellina si trovano inoltre altri cicli di affreschi ispirati alla letteratura classica, che potrebbero rendere ancora più forte questa specificità, come quello della Gerusalemme Liberata di Torquato Tasso presente a Palazzetto Besta, a Bianzone, monumento per il quale Bradamante ODV si è resa disponibile a collaborare per le azioni di sensibilizzazione tese al necessario restauro.

Su queste basi nasce nel 2023 “FURIOSO FESTIVAL IN VALTELLINA – Scuola di Territorio”, prima edizione di un Festival culturale a carattere territoriale, che si terrà fino al 18 giugno svolgendosi tra Talamona, Morbegno, Sondrio, Castionetto di Chiuro, Teglio e Bianzone, mettendo in programma una serie di eventi artistico-culturali destinati in particolar modo a giovani e giovanissimi, ma aperti a cittadini e turisti di ogni età.

Gli eventi, indirizzati anche ai docenti delle scuole della provincia, agli studenti e alle loro famiglie, costituiranno parte essenziale della formazione dei docenti stessi propedeutica allo sviluppo di progetti didattici, che saranno attuati nell’anno scolastico 2023/2024 con l’affiancamento di figure esperte dell’Associazione Bradamante.

Il ricco programma del FURIOSO FESTIVAL in Valtellina 2023 prende le mosse dall’idea che questo ingente patrimonio figurativo, oltre che come interessante attrazione turistica, possa porsi quale uno dei molti modi per conoscere e interpretare il celebre testo di Ludovico Ariosto. Il tema si colloca in un dibattito molto attuale, quello dell’utilità dei testi classici nei programmi scolastici, a torto considerati desueti.

Con animo leggero FURIOSO FESTIVAL in Valtellina 2023, nell’anno del Centenario di Italo Calvino,
autore di “L’Orlando Furioso di Ludovico Ariosto raccontato da Italo Calvino” testo molto diffuso
nelle scuole, ha in programma il 16 e 17/6 incontri con i più innovativi e solidi interpreti del nuovo
pensiero sulla didattica della letteratura e dell’insegnamento di Ariosto, nella doppia accezione di
“cosa ci insegna” e “come si insegna”: Ermanno Cavazzoni, tra i più importanti scrittori italiani, profondo conoscitore della materia cavalleresca e dei testi di Ludovico Ariosto, ne tratta con pura originalità, libero da formalismi e da ogni sorta di accademismo. Al suo romanzo Il poema dei lunatici è ispirato l’ultimo film di Federico Fellini La voce della luna.

Il Furioso Festival propone poi tre serate di spettacolo con il teatro di marionette dei Pupi Siciliani
con la Compagnia Figli d’Arte Cuticchio, programmati a Morbegno, Auditorium S.Antonio il 15/6,
L’Infanzia di Orlando, a Sondrio, Castello Masegra il 16/6 Il Gran duello di Orlando e Rinaldo per
amore della bella Angelica e infine a Teglio, Palazzo Besta 17/6 La pazzia di Orlando. Ovvero il
viaggio di Astolfo sulla Luna.

Si tratta del Teatro popolare di tradizione siciliana dichiarato dall’Unesco Patrimonio orale e immateriale dell’Umanità. Mimmo Cuticchio ne è riconosciuto il maggiore esponente. Laureato
Honoris Causa nel 2022 dall’Università degli Studi Roma Tre in Teatro, Musica e Danza, per aver
saputo coniugare tradizione e innovazione, è maestro indiscusso del teatro contemporaneo.

Fondatore nel 1977 a Palermo la “Compagnia Figli d’Arte Cuticchio”, pupari da generazioni, al
talento di Mimmo Cuticchio e della sua famiglia si deve la vitalità di un’arte a cui sono stati
dedicati studi, pubblicazioni, filmati televisivi e grandi mostre come quella tenutasi nel 2017/18 a
Roma, alle Scuderie del Quirinale. I suoi spettacoli con le avventure dei Paladini di Francia sono
rappresentati in tutta Italia e nel Mondo.

Sono inoltre in programma: dal 16 al 30/6 la mostra Follia di incanti, degli artisti valtellinesi Pierluigi Annibaldi, Paolo De Stefani, Erminio Frangi, Anna Mottarella, Gianfranco Pirondini, Valerio Righini e Flavio Tarabini, a Castello Masegra; il 16/6 visite guidate all’itinerario ariostesco i Sondrio, che comprende la visita ai luoghi natali di Pio Rajna (1847) e Gianni Celati (1937), grandi studiosi della materia cavalleresca, e ad alcune opere d’arte ariostesca dell’Ottocento e Novecento, collocate a Sondrio; fino al 31/12 la mostra di fotografia Altre Storie di Angelica della fotografa Flavia Rossi, a Palazzo Besta, con visite guidate alla mostra e al Salone d’onore ariostesco il 17 e 18/6; il 17/6 a Castionetto Torre di Roncisvalle, con incontro conviviale, e il 18/6 a Palazzo Besta, i laboratori di narrazione e disegno per i più piccini Sotto le ali dell’Ippogrifo e Prova a Immaginare, con Michele Neri e Ilaria De Monti; il 15/6 a Talamona visita guidata a Palazzo Valenti e mostra il Restauro va a scuola delle scuole di Talamona; il 18/6 a Bianzone conferenza del restauratore Giorgio Baruta L’Estate del Rinascimento valtellinese, mostra ORTART della scuola di Bianzone e festa conclusiva.

Il programma del Furioso Festival 2023 e gli aggiornamenti sono consultabili sul sito web www.orlandofuriosoinvaltellina.it realizzato da Valtellina Turismo a sostegno dell’intero progetto.
Furioso Festival in Valtellina 2023 è voluto e sostenuto dalla Provincia di Sondrio e dal BIM, con i
Comuni di Sondrio, capofila, e di Morbegno, Talamona, Teglio, Chiuro e Bianzone.

La manifestazione è organizzata da Bradamante ODV con la collaborazione del MVSA di Sondrio,
del Museo di Palazzo Besta; della famiglia Valenti-Airoldi; dell’I.C. G.Gavazzeni di Talamona e dell’I.C. di Teglio; della Biblioteca Busnarda Luzzi di Talamona, della Biblioteca Faccinelli di Chiuro, Biblioteca di Bianzone; della Pro Loco di Chiuro; della Parrocchia di S. Eufemia; delle associazioni Tabula ODV di Talamona, Il Viale della Formica ODV di Castionetto, Astel ADS di Teglio, Futura APS di Bianzone, e gode del patrocinio di FIDAM Federazione Italiana Amici dei Musei.

Sondrio: Furioso Festival in Valtellina

Riproduzione riservata © Copyright La Milano

×