Piacenza, presentati i progetti “ERadio” e “Artistic Tour on Air”

Gli obiettivi: valorizzare il protagonismo dei ragazzi, garantire un'opportunità formativa e favorire una maggiore consapevolezza nell'approccio all'uso della tecnologia e dei mezzi di comunicazione

Piacenza, presentati i progetti “ERadio” e “Artistic Tour on Air”.

Due progetti – “Artistic Tour on Air”, tra i vincitori del bando comunale “Giovani Protagonisti” e “ERadio” , sostenuto dalla Regione Emilia Romagna – rivolti a fasce d’età diverse, ma accomunati da obiettivi affini: valorizzare il protagonismo dei ragazzi, garantire un’opportunità formativa e favorire una maggiore consapevolezza nell’approccio all’uso della tecnologia e dei mezzi di comunicazione.
A illustrarli stamani, nell’aula consiliare del Municipio, l’assessore a Cultura e Formazione Jonathan Papamarenghi, l’assessore a Politiche Giovanili e Partecipazione Luca Zandonella, Claudia Passaro e Ottavia Marenghi (in rappresentanza anche di Martina Vitelli, che non poteva essere presente) per l’associazione Piacenza Network che realizza entrambe le iniziative, Filippo Arcelloni per la compagnia PKD e Teatro Trieste 34 (partner del percorso), la vice preside dell’8° Circolo didattico Barbara Ferrari e, rispettivamente per la media Dante e la Carducci, le docenti Maria Rosaria Fiorente e Lucrezia Galeazzi.

“Artistic Tour On Air”

L’Aps Piacenza Network è tra i vincitori del bando comunale “Giovani Protagonisti” con il progetto “Artistic Tour On Air”, che coinvolge due classi della primaria Don Minzoni e due classi della scuola secondaria di primo grado Dante-Carducci.
“La nostra società – spiegano le rappresentanti di Piacenza Network – è fortemente influenzata dalle moderne tecnologie dell’informazione e della comunicazione. Tra i giovani è molto diffuso l’uso di strumenti tecnologici, ma all’abilità tecnica, facilmente acquisibile, spesso non corrisponde una consapevole percezione dei linguaggi e degli usi che a essi sono sottesi. Il nostro progetto si inserisce in tale contesto come risposta a nuove ed urgenti esigenze educative, in linea con le politiche di formazione dell’Unione Europea. In questo modo, attraverso la pratica diretta, la scuola si fornisce di nuovi strumenti per accostarsi ai ragazzi, che a loro volta si immergeranno nei meandri della multimedialità in modo creativo ed originale”.
Nello specifico, il progetto consiste nella creazione di un tour virtuale, attraverso il mezzo della web radio, tra quattro luoghi d’arte di Piacenza “che saranno valorizzati – sottolinea l’assessore Papamarenghi – proprio dallo sguardo dei più giovani, capace di dare nuova luce e vitalità al nostro patrimonio storico e artistico. Proprio come è avvenuto, nel periodo delle festività natalizie e per tutto il mese di gennaio, con il coinvolgimento degli studenti del liceo Gioia come guide alla mostra dedicata a Rubens, il Barocco e l’iconografia della Lupa. Ogni opportunità di far avvicinare il mondo scolastico alla ricchezza culturale del territorio è preziosa e va supportata con impegno”.
I ragazzi parteciperanno, in prima battuta, ad una visita guidata del sito d’interesse, tra febbraio e marzo: in particolare il Museo Archeologico di Palazzo Farnese, la Galleria Ricci Oddi, la Galleria Biffi Arte e il Duomo con la salita al Guercino. In un secondo momento, affiancati dai ragazzi di Pc Radio Cult, seguiranno un percorso di dieci incontri in cui elaboreranno un testo su quello che hanno visto, creando così un editing. Infine metteranno in onda il loro tour virtuale attraverso l’utilizzo della web radio.
Il Progetto punta da un lato a orientare i giovani verso la cultura tecnologica in modo sano, dall’altro a sviluppare la capacità di lettura critica di messaggi mediatici, per poter efficacemente esercitare una cittadinanza attiva. “Grazie al bando Giovani Protagonisti – sottolinea l’assessore alle Politiche Giovanili Luca Zandonella – abbiamo potuto promuovere e sostenere, in questi anni, iniziative di forte valenza socio-educativa, che incentivano la partecipazione dei ragazzi, favorendo una maggiore consapevolezza, responsabilità e senso di appartenenza alla comunità. Questo progetto non fa eccezione, rivolgendosi a fasce d’età in cui è fondamentale avere punti di riferimento nel comprendere la società contemporanea”.

Gli alunni sperimenteranno strumenti digitali, le tecniche di public speaking e la consapevolezza della propria individualità. Infatti, preparare e condurre una trasmissione radiofonica guida i ragazzi alla padronanza del linguaggio come strumento per esprimere se stessi e le proprie idee. Imparare a produrre contenuti per la radio significa acquisire capacità di sintesi su testi e temi complessi, ordinare le idee nell’esposizione di un argomento, approfondire gli argomenti di attualità confrontando le fonti.
“La creazione di una puntata radio o di un podcast – aggiungono Ottavia Marenghi e Claudia Passaro – permette ai ragazzi di acquisire nuove competenze linguistiche, creative ed intellettuali approfondendo e interiorizzando nuove conoscenze. Inoltre il live / podcast realizzato sarà fruibile non solo dalla scuola stessa ma anche dal sito d’arte, che potrà utilizzarlo sui propri canali di comunicazione per arrivare anche a quegli utenti che non possono ammirarle dal vivo (ad esempio persone ipovedenti o cittadini residenti all’estero) o, più semplicemente, per disporre di un prodotto digitale sempre fruibile”.
L’obiettivo finale del progetto è lasciare ad alunni e docenti le competenze necessarie all’utilizzo di un mezzo di comunicazione nuovo, creativo, originale ed educativo come la web radio. Questa esperienza si concluderà venerdì 27 maggio alle ore 10 in Cappella Ducale di Palazzo Farnese, dove i ragazzi intervisteranno dal vivo i Dirigenti dei Musei che hanno visitato durante l’uscita didattica e di cui hanno parlato nel loro prodotto finale in live radio.

ERadio

“ERadio” è un progetto cofinanziato dalla Regione Emilia-Romagna nel quadro del programma “Geco 10” ed è una coprogettazione tra la Aps “Piacenza Network” e l’associazione “Il Tassello Mancante” di Riccione, che hanno ideato l’iniziativa in risposta all’avviso pubblico per un intervento finalizzato alla promozione del protagonismo giovanile attraverso le web radio.
Nello specifico il progetto si articola in vari momenti:

  1. Palinsesto condiviso: Pc Radio Cult di Piacenza e Riccione Web Radio andranno in onda ogni ultimo lunedì del mese, a partire da gennaio 2022, presentando a vicenda le varie iniziative culturali delle città di riferimento. Un modo per promuovere e far conoscere in Regione, e non solo, gli eventi e le principali iniziative culturali/artistiche;
  2. Incontri formativi: il 19-20-26 marzo si svolgeranno gli incontri di “DireFareRadio” Una serie di appuntamenti gratuiti per ragazzi dai 15 anni in su, per avvicinarli al mondo delle web radio. Gli incontri si terranno in contemporanea sia a Piacenza che a Riccione. I primi due saranno teorici e tenuti dai ragazzi di Pc Radio Cult e Riccione Web Radio, con la collaborazione di Epikurea Aps, mentre l’ultimo incontro si svolger presso Elfo Studio a Tavernago (Pc) dove i ragazzi potranno mettere in pratica ciò di cui hanno parlato nei precedenti incontri, andando in onda live.
  3. Evento dal vivo: verranno organizzati due eventi dal vivo con esperti del settore. A Piacenza, venerdì 27 maggio ci sarà un incontro con Raffaele Costantino, ideatore e conduttore di Musical Box di Rai Radio 2, che nel pomeriggio, nella cornice della Cappella Ducale, risponderà a domande sulla sua esperienza radiofonica e la sera stessa, presso il complesso del Carmine, realizzerà una performance di deejay set.
  4. Incontri formativi per esperti del settore: sono inoltre previsti per settembre a Riccione, una serie di incontri formativi indirizzati agli esperti del settore e al tavolo regionale delle web radio.

LEGGI ANCHE

Commenti
Loading...