Pesaro, “I grandi maestri della musica russa”: omaggio a Dante e Rossini

Appuntamento con l'Orchestra Sinfonica Statale di Mosca il 21 e 22 agosto a Gradara, il 23 a Pesaro

Pesaro, doppio appuntamento, per la Riviera del San Bartolo, che accoglierà l’Orchestra Sinfonica Statale di Mosca sabato 21 e domenica 22 agosto a Gradara e lunedì 23 agosto (ingresso gratuito su prenotazione) a Pesaro. «È con piacere che prendiamo parte a questo progetto che unisce le celebrazioni per il 700esimo di Dante, la cultura russa e la musica di Rossini. A maggior ragione perché si svolge, durante la tappa pesarese, a conclusione di una 42^ edizione di un Rossini Opera Festival che, come di consueto, ha parlato molto russo dal punto di vista degli artisti presenti» ha sottolineato il vicesindaco e assessore alla Bellezza Daniele Vimini.

Frutto di una collaborazione iniziata nel 2019 con il Centro Russo di Scienza e Cultura di Roma, nell’ambito del progetto Francesca 2021, curato dal Prof. Ferruccio Farina e realizzato dai Comuni di Gradara e Rimini, “I grandi maestri della musica russa – Omaggio a Dante” è un grande evento che vedrà la partecipazione di un’istituzione di livello internazionale quale l’Orchestra Sinfonica Statale di Mosca insieme alla soprano Svetlana Kasyan e al direttore Ivan Rudin. I primi due concerti si svolgeranno il 21 e il 22 agosto, alle 21, nella suggestiva piazza d’Armi della Rocca demaniale di Gradara, in un contesto unico tra musica classica e storia. La serata finale, quella di lunedì 23 agosto, (gratuita, solo su prenotazione) si terrà invece nel gioiello di Pesaro, il Teatro Rossini, con un omaggio al geniale compositore pesarese, Gioachino Rossini.

 

L’Orchestra Sinfonica Statale di Mosca, una delle più importanti della Federazione russa, diretta dal M° Ivan Rudin e con la straordinaria partecipazione del Soprano Svetlana Kasyan, renderà omaggio al Sommo Poeta Dante Alighieri, a Gradara e, proponendo le due opere dedicate a Francesca da Rimini, composte dai due più grandi compositori russi: Pyotr Tchaikovsky e Sergej Rachmaninov. A Pesaro, l’orchestra eseguirà il Barbiere di Siviglia, un omaggio a Gioacchino Rossini, e il concerto per pianoforte e orchestra n. 3 in re minore, op. 30 di Rachmaninov.

Pubblicità Online, Guest Post, Banner, Redazionali, Link Building

È un evento «dedicato a Francesca da Rimini di Rossini, che segna anche una ripartenza musicale e il ritorno di opportunità di prestigio, per le orchestre, per farsi conoscere nelle città con esibizioni dal vivo» ha aggiunto Vimini.

«Una manifestazione che vede ancora una volta unite Gradara e Pesaro – ha aggiunto Filippo Gasperi, sindaco di Gradara – nel segno di un appuntamento musicale di altissimo livello. Abbiamo l’onore di avere i più importanti artisti russi del panorama internazionale arrivati in Italia grazie al progetto per i 700 anni dalla morte di Dante e grazie ai contatti e rapporti intessuti con il Centro Russo di Scienza e Cultura a Roma»,

A sottolineare la valenza dei concerti anche Nicola Baiocchi, consigliere regionale delle Marche, che ha sottolineato «l’interesse della Regione nel sostenere le eccellenze culturali e questo tipo di eventi frutto di un lavoro sinergico tra enti e professionisti internazionali che valorizzano l’intero territorio».

«Un evento che è incrocio e scambio di culture» dice Narmin Shiraliyeva, consigliera dell’Agenzia Federale russa per gli affari della Comunità degli Stati indipendenti e della cooperazione umanitaria internazionale: «Assicuriamo il nostro impegno nel cercare di essere talentuosi e amare tanto la musica come i nostri colleghi italiani che ci hanno permesso di organizzare questo appuntamento in periodo così complesso come quello attuale. Quella tra Italia-Russa, è una storia d’amore, un romanzo che procede negli anni e che ci unisce».

A spiegare la cronistoria dell’Omaggio a Dante, è il sindaco Gasperi: «Tutto è partito con un incontro con la Direttrice del Centro Russo di Scienza e Cultura a Roma, Daria Pushkova, che ha subito compreso l’importanza del progetto Francesca 2021, ideato per celebrare Dante Alighieri nei 700 anni dalla sua morte, attraverso il suo personaggio più celebre, Francesca da Rimini. Siamo partiti l’8 marzo con l’evento World Wide Kisses, collegando in streaming 24 università da tutto il mondo. Tra cui l’Università Teatrale di Ekaterinburg, raggiunta attraverso la Direttrice Pushkova. Per Gradara questo progetto rappresenta la definitiva consacrazione come Castello del Mito di Francesca, un mito che porta con sé un patrimonio inestimabile in termini di apporti culturali e valoriali. Grazie a Francesca e a tutti i letterati e gli artisti che in lei hanno trovato ispirazione innalzandola a mito universale di amore, libertà e romanticismo, Gradara acquista la sua dimensione di internazionalità. Vorrei ringraziare l’Amministrazione di Mosca e in particolare il Dipartimento per le relazioni economiche esterne e internazionali per il fondamentale supporto, e la Dott.ssa Narmin Shiraliyeva, consigliera dell’Agenzia Federale russa per gli affari della Comunità degli Stati indipendenti e della cooperazione umanitaria internazionale (Rossotrudnichestvo)».

Il progetto “Francesca da Rimini. I grandi maestri della musica russa. Omaggio a Dante e Rossini”

Programmato per i giorni 21-23 agosto unisce il potere e la forza di due grandi culture – l’italiana e la russa – nelle più alte forme espressive della letteratura e nella musica. L’Orchestra Sinfonica Statale di Mosca al completo – 70 elementi, diretta dal M. Ivan Rudin, pianista, e insieme a una delle migliori soprano contemporanee, Svetlana Kasyan (insignita da Papa Francesco del titolo di «Dama di gran croce» dell’Ordine pontificio di San Silvestro) nonché ai solisti dei teatri di Mosca – eseguirà l’opera “Francesca da Rimini” di Sergej Rachmaninov e l’omonimo poema sinfonico di Pyotr Tchaikovsky.

Svetlana Kasyan, soprano, scherza: «Essere qui a cantare è favoloso, anche se sarà davvero difficile concentrarsi solo sulla musica pur essendo immersi in questo paradiso». «Un’orchestra – come evidenziato dal direttore, il M. Ivan Rudin – molto emozionata di poter eseguire le meravigliose opere in programma, dopo un anno e mezzo dall’ultimo viaggio all’estero, a Gradara e a Pesaro, città della Musica UNESCO».

E proprio il Maestro Ivan Rudin e la Soprano Svetlana Kasyan, nella mattina di domenica 22 agosto, terranno due masterclass, rispettivamente di pianoforte e canto con i 6 migliori allievi pianisti e cantanti del territorio. Masterclass che si svolgerà nella scuola di musica Creobicce di Gabicce Mare, si ringrazia il Direttore, Leonardo Belluco, per la collaborazione.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...