fbpx
CAMBIA LINGUA

Padova: MAC Open Sagra – Apertissima: il 12 e 13 maggio, una festa collettiva in piazza De Gasperi.

La festa di piazza De Gasperi che ruota attorno al civico 13, sede di MAC-Studi d’artista.

Padova: MAC Open Sagra – Apertissima: il 12 e 13 maggio, una festa collettiva in piazza De Gasperi.

I due giorni di festa sono l’occasione per gli artisti e le artiste per raccontare, intorno al focolare simbolico degli studi, cosa li ha spinti a sviluppare i propri progetti artistici in questi spazi. A partire da dicembre, infatti, si sono susseguiti mesi di lavoro appassionanti, fatti di incontri quotidiani e inaspettati, di porte che si aprono e di persone che si raccontano, e di occasioni pubbliche che hanno coinvolto residenti e cittadinanza.

Il programma prevede momenti conviviali, di scambio e di confronto informale per scoprire le realtà attive nell’area di piazza De Gasperi, conoscere il lavoro degli artisti e delle artiste e incontrare professionisti del mondo dell’arte e della cultura. I civici 10 e 13 ospitano, inoltre, l’allestimento dei lavori e i progetti sviluppati durante i mesi di residenza. La partecipazione è gratuita e aperta a tutti. L’evento di sabato richiede la prenotazione online, attraverso il modulo disponibile sul sito.

Padova: MAC Open Sagra - Apertissima: il 12 e 13 maggio, una festa collettiva in piazza De Gasperi.

Segui La Milano sul nostro canale Whatsapp

Si comincia venerdì 12 maggio, dalle 11:00 alle 14:00, con un aperitivo musicale con degustazione dei prodotti del mercato agricolo “Dalla Terra alla Tavola”, grazie alla preziosa collaborazione di CIA – Agricoltori italiani di Padova, realtà professionale attiva da diversi anni in piazza De Gasperi che, con le sue iniziative, ha contribuito alla riqualificazione dell’area. Proprio dall’attenzione alla realtà cittadina nascono anche le azioni e i progetti di rigenerazione urbana messe in atto dall’area Creatività di Progetto Giovani, in cui i processi culturali diventano elementi trainanti per le trasformazioni del territorio e delle comunità che lo abitano.

Come dimostra la sperimentazione di MAC – Studi d’artista, attraverso il nuovo uso degli spazi, privati o pubblici, e il coinvolgimento attivo delle persone, è possibile attivare nuovi modi di concepire ed abitare la città.

La festa continua sabato 13 maggio, dalle 13:00 alle 18:00, con un simposio collettivo, un pranzo dalle portate lente e gustose durante il quale chiacchierare assieme agli ospiti della giornata: Elena Agosti, storica dell’arte e ricercatrice; Edoardo Aruta, artista; Nicola Di Croce, sound artist e ricercatore; Giovanni Giacomo Paolin, curatore indipendente; Beatrice Sarosiek, progettista culturale; Camilla Seibezzi, progettista culturale.

Nel corso del pomeriggio vengono affrontati i temi che sono stati centrali nelle riflessioni degli artisti e delle artiste durante i mesi di residenza:
• cosa significa abitare i nostri spazi;
• che tipo di spazi generano arte e socialità;
• in che modo le geografie della città influiscono sulla nostra idea di paesaggio;
• limiti e confini nel rapporto tra arte e artigianato;
• come fare per costruire comunità, multiculturalità e attivare dinamiche di partecipazione sociale;
• narrazioni parallele-controintuitive che si generano intorno alle storie che conosciamo.

Dalle 18:00 in poi, la serata prosegue con alcuni interventi musicali:
• “Canticchi: performance per violino e 23 canticchi”, di Agnese Amico;
• Concerto live di Allez Kiki;
• Dj set elettronico di Matteo Berti.

Riproduzione riservata © Copyright La Milano

×