fbpx
CAMBIA LINGUA

Nasce il Caffè Alzheimer a Pesaro Sabato 9 Marzo: annuncia l’apertura Luca Pandolfi

"È con orgoglio, e felicità, che annunciamo l'apertura di questo spazio gratuito, costruito in co-progettazione con le realtà coinvolte e attive sul territorio" sottolinea Luca Pandolfi

Nasce il Caffè Alzheimer a Pesaro Sabato 9 Marzo: annuncia l’apertura Luca Pandolfi.

Spazio e tempo per essere vicini, prendersi cura di chi ha bisogno, per confrontarsi, condividere i problemi, trovare conforto, evitare l’isolamento. Sabato 9 marzo, alle ore 10, al Centro socio-culturale Adriatico di viale Trieste di Pesaro, apre il Caffè Alzheimer, iniziativa promossa dall’Ambito Territoriale Sociale 1 e dal Comune di Pesaro, ente capofila.

«È con orgoglio, e felicità, che annunciamo l’apertura di questo spazio gratuito, costruito in co-progettazione con le realtà coinvolte e attive sul territoriosottolinea Luca Pandolfi, presidente del comitato dei sindaci dell’Ats1 e assessore alla Solidarietà del Comune di Pesaro –, e che cerca di dare risposta a una domanda crescente e molto articolata. Quella dei Caffè Alzheimer è una esperienza consolidata, i cui effetti positivi per paziente, familiari e caregiver in particolare, sono un’evidenza. Per la prima volta nelle Marche, un Ambito programma una serie di aperture sul territorio in ragione della grande domanda presente». Sono infatti 782 i pazienti in carico all’Azienda Sanitaria Territoriale, «Durante le due ore e mezzo in cui si svolgeranno gli incontri del Caffè Alzheimer, in un ambiente informale e piacevole, si creeranno momenti pensati per il paziente ma anche per i familiari», calcando il percorso tracciato dal modello di welfare pesarese, «Un welfare in cui è protagonista la comunità tutta, che si attiva e si prende cura dei propri cittadini in condizioni di fragilità»

Le mattinate, rivolte a un massimo di 20 persone, prevedono dei momenti con professionisti che relazioneranno sui temi attinenti e con i volontari Auser e dal comitato di Pesaro di CRI formati dall’Ats e si svolgeranno, in due luoghi dell’Ats1, il Centro socio-culturale Adriatico (viale Trieste 242) di Pesaro, ogni 1° e 3° sabato del mese e il CreoBicce (Scuola di Musica e Sala Prove Creobicce, via XXV Aprile) di Gabicce Mare, ogni 2° e 4° sabato del mese, che «ringrazio per essersi resi subito disponibili, insieme alle associazioni di familiari e di volontariato, l’Ast per il suo supporto tecnico, a questa iniziativa fondamentale per il benessere della comunità» sottolinea Pandolfi.

Segui La Milano sul nostro canale Whatsapp

SVOLGIMENTO INCONTRI

Sono quattro le fasi previste da ciascuna mattinata che si svolgerà per circa 2,5 ore. La prima è quella dell’accoglienza (15 minuti) in cui i partecipanti avranno possibilità di ambientarsi e socializzare; seguirà la centrale (45 minuti) con gli incontri per i caregiver e separatamente, i laboratori per le persone con disturbi cognitivi. L’intervallo (30 minuti) con una merenda a buffet anticiperà e favorirà la fase del dibattito (30 minuti) in cui sarà possibile rivolgere domande e acquisire ulteriori informazioni dai professionisti e dai presenti. In ultimo ci sarà la fase conclusiva, durante la quale i professionisti termineranno l’incontro, fornendo altre informazioni sull’appuntamento successivo.

INFO E ISCRIZIONI

Per iscriversi e per informazioni, è possibile contattare l’assistente sociale Chiara Bruni al numero 338.7198261 o tramite mail scrivendo a chiara.bruni@comune.pesaro.pu.it. Altre info nel portale del Comune di Pesaro : Alzheimer Cafè.

PARTNER

Si ringraziano i partner dell’iniziativa: Aima, ANCeSCAO, Ast-Pu, Auser, Casa dell’Istituto Maestre Pie dell’Addolorata / Il Girasole Cooperativa Sociale, Cgil, Cisl, Uil, Comune di Gabicce Mare, Comune di Pesaro, Consorzio Santa Colomba, Croce Rossa Italiana, Csv, Kcs Caregiver, Labirinto Cooperativa Sociale, Nonno Mino Onlus.

Le merende a buffet saranno offerte da Falcioni Social Bakery.

LA STORIA

Il primo Alzheimer Cafè nasce a Leida, nei Paesi Bassi, grazie allo psicogeriatra Bere Miesen, che nel 1997 propone il lancio della prima di queste iniziative. Il dottore comprende fin da subito l’importanza di poter fornire ai malati di Alzheimer e ai loro familiari un luogo di scambio e confronto che gli impedisse di sentirsi soli nell’affrontare la demenza. Proprio per rispondere a questi bisogni nasce l’Alzheimer Cafè: un luogo accessibile, de-istituzionalizzato ed informale dedicato alle persone con tutti i tipi di demenza, ai loro familiari e a chiunque sia interessato a supportarli, con la presenza ed il sostegno di operatori e professionisti del settore. All’interno di specifici spazi vengono organizzate, con una periodicità definita, riunioni rivolte sia alla persona malata che al suo caregiver: per l’anziano vengono progettate e proposte attività mirate e stimolanti, mentre per il familiare sono organizzate conferenze e incontri informativi e divulgativi, articolati ogni volta intorno ad una tematica differente.

Nasce il Caffè Alzheimer a Pesaro Sabato 9 Marzo: annuncia l'apertura Luca Pandolfi

Riproduzione riservata © Copyright La Milano

×