fbpx

Modena: “Tempi radicali”, il Festival del quotidiano Domani

Anteprima venerdì 31 marzo, alle 18, con la presentazione del libro “Inflazione”.

Modena: “Tempi radicali”, il Festival del quotidiano Domani.

Prende il via venerdì 31 marzo, con la presentazione in anteprima “fuori salone” del libro di Stefano Feltri “Inflazione. Cos’è, da dove viene e come difendersi”, la seconda edizione modenese di “L’Italia di Domani”, il festival promosso dal quotidiano Domani, intitolato quest’anno “Tempi radicali”. La manifestazione si svolge nella chiesa di San Carlo, sabato 1 e domenica 2 aprile, proponendo due giorni di incontri e dibattiti con ministri, leader di partito, intellettuali, rappresentanti delle istituzioni, italiane ed europee, e della Chiesa per provare a immaginare e costruire l’Italia di domani dialogando con la politica di oggi.

L’appuntamento di venerdì 31 marzo è in programma alle 18, alla libreria Ubik: alla presentazione di “Inflazione” insieme a Stefano Feltri, autore del libro e direttore del quotidiano, partecipano Giuseppe Marotta, docente al Dipartimento di Economia Marco Biagi di UniMoRe, e il professor Alfredo Roma. Il “fuori salone” alla libreria Ubik prosegue anche sabato 1 aprile, alle 18, con un incontro su “Topolino, fumetti e i segreti della nuova stagione dei comics”, con Michela Rossi aka Sonno, illustratrice e curatrice dell’inserto “Fumetti” di Domani, Alex Bertani, direttore di Topolino e Stefano feltri.

Gli appuntamenti del festival si svolgono tutti nella chiesa di San Carlo e cominciano sabato 1 aprile, alle 9, con un seminario di formazione per giornalisti intitolato “Il giornalismo politico nell’era delle istituzioni social”.

Segui La Milano sul nostro canale Whatsapp

Alle 12, il presidente della Regione Emilia Romagna Stefano Bonaccini dialogherà con Stefano Feltri sul tema “L’Italia di Domani tra autonomia e centralismo”. Alle 15, il ministro delle Imprese e del made in Italy parlerà della sfida del made in Italy nel mondo globalizzato e alle 16, nell’incontro “Una nuova sinistra è possibile”, la nuova segretaria del Partito democratico Elly Schlein dialogherà con l’editore di Domani Carlo De Benedetti.

Il pomeriggio di sabato prosegue con un’analisi dei primi dieci anni di pontificato di papa Francesco, alle 17, con Federico Ruozzi, docente di Storia del cristianesimo di UniMoRe; un incontro con la politologa Nadia Urbinati sul fenomeno del populisno (alle 17.30), e un dibattito sull’egemonia culturale, condotto da Beppe Cottafavi, con gli scrittori Pietrangelo Buttafuoco e Walter Siti. A chiudere la giornata, alle 19, un panel sull’intelligenza artificiale con Rocco Tanica, Andrea Zanni e Beppe Cottafavi.

Domenica 2 aprile i lavori si apriranno alle 10 con un panel dal titolo “Fratelli di Giorgia”, con i politologi Salvatore Vassallo e Sofia Ventura, a cui seguirà un dialogo su diritti civili e sociali con Maria Cecilia Guerra, economista e politica, la filosofa Giorgia Serughetti, il docente di Filosofia del diritto Gianfrancesco Zanetti.

La mattina si chiuderà con un dibattito sulla libertà di stampa a cura dei giornalisti di Domani Nello Trocchia e Giovanni Tizian e del vicedirettore Emiliano Fittipaldi.

Il pomeriggio sarà aperto da un dialogo con il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano sul tema dell’autonomia vista da sinistra per continuare con un confronto dal titolo “La pace, la guerra, una questione privata” con Pina Picierno, vice presidente del Parlamento europeo, Gian Paolo Caselli, professore di Politica economica, Marco Tarquinio, direttore responsabile di Avvenire.

La manifestazione si chiuderà con un intervento del cardinale Matteo Maria Zuppi, presidente della Cei, previsto alle 19.

Il programma dettagliato del Festival si trova online https://editorialedomani.it/modena-2023

 

Modena: "Tempi radicali", il Festival del quotidiano Domani

Riproduzione riservata © Copyright La Milano

×