MILANO PHOTO WEEK: DAL 3 AL 9 GIUGNO LA TERZA EDIZIONE

974

Dal 3 al 9 giugno a Milano torna la terza edizione della Milano PhotoWeek, la kermesse promossa e coordinata dal Comune di Milano – Assessorato alla Cultura, che rende omaggio alla fotografia d’autore.

Un palinsesto diffuso ed un calendario di oltre 150 appuntamenti caratterizzati da mostre, incontri, visite guidate, laboratori e proiezioni permetterà agli appassionati e non di avvicinarsi al magico mondo della fotografia per scoprirne la capacità di interpretare e raccontare la realtà, affinare il senso critico ed imparare a guardare ed immaginare il mondo con occhi nuovi.

Portare la fotografia in città vuol dire dare spazio ai grandi scatti d’autore e ai progetti delle scuole, parlare di arte, architettura e fotogiornalismo – fanno sapere gli organizzatori – oppure scoprire George Simenon fotografo (INCONTRO “SIMENON 30 ANNI DOPO” presso i FRIGORIFERI MILANESI il 6 giugno h 21.00 – 23.30) e Tadao Ando fotografato (MOSTRA “THE CHALLENGE – TADAO ANDO” presso ARMANI / SILOS dal 7 aprile al 28 luglio – giovedì e sabato h 11.00 – 21.00), entrare negli archivi partecipare a tantissimi corsi, talk, letture portfolio e premi fotografici come l’ITALY PHOTO AWARD – PREMIO VOGLINO (BASE MILANO l’8 e 9 giugno h 9.30 – 18.30)

Sempre nell’intento di parlare a un ampio pubblico la fotografia diventa quindi un percorso di sensibilizzazione per la salvaguardia degli oceani con Il mare che vorrei, progetto realizzato da MPW grazie al nostro main partner LaMer, in collaborazione con MUBA Museo dei bambini e UPY-Underwater Photographer of the Year. Sotto i portici della Rotonda della Besana un percorso fotografico di grande impatto visivo e tre laboratori per bambini ci insegnano l’importanza del mare per le nostre vite e il nostro futuro (MOSTRA IL MARE CHE VORREI in programma alla ROTONDA DELLA BESANA dal 5 al 9 giugno h 7.00 – 22.00).

Novità dell’edizione 2019 è anche il progetto Milano A/R, che racconta con 24 fotografie, 12 post e 12 storie 60 anni di Milano: un piccolo gioco per mostrare sui social il cambiamento della città con la supervisione di un grande maestro della fotografia quale Gianni Berengo Gardin che ha selezionato per l’occasione 12 fotografie iconiche del suo archivio che sono state affiancate da altrettanti scatti contemporanei realizzati dal progetto Perimetro.

Dalla contaminazione tra immagini e musica nasce infine Realpolitik Masquerade Party, organizzato con BASE, Cesura e Music Innovation Hub. Sarà la grande festa celebrativa della Milano Photo Week: un’intera notte dove la fotografia e la musica live underground diventano un vero happening che attiva, con un’azione a sorpresa, la partecipazione del pubblico (PARTY MILANO PHOTOWEEK CLOSING PARTY / REALPOLITIK MASQUERADE PARTY presso BASE MILANO sabato 8 giugno dalle h 23.30 in poi).

La Milano Photo Week 2019 rafforza la collaborazione con Internazionale che quest’anno diventa una vera e propria “sperimentazione” con 10 progetti fotografici che passano dalla carta stampata allo schermo di un cinema. Si tratta di storie che ci portano in Siria, in Sud Africa, in Nigeria e in viaggio con un Omero contemporaneo. Ma anche la testimonianza visiva che, con grande dignità e stimolando molte domande, ci presenta come fossero quadri, i ritratti dei pasti dei più poveri del mondo. Il tutto avverrà nella sala del Cinemino (nuovo partner della MPW) – (PROIEZIONE INTERNAZIONALE: IL GIORNALE SULLO SCHERMO presso IL CINEMINO domenica 9 giugno dalle h 10.45).

La Milano PhotoWeek è questo e molto altro. Per tutte le informazioni ed avere dettagli in tempo reale su eventi e mostre è disponibile il sito internet www.photoweekmilano.it e l’hashtag ufficiale #MilanoPhotoWeek

 

Articolo e fotocomposizione in copertina di Settimio Martire


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...