fbpx
CAMBIA LINGUA

Mantova, in programma il carnevale per le famiglie

Ventiseiesima edizione: Segni d’infanzia insieme al suo pubblico, cresce di anno in anno grazie agli eventi rivolti alle nuove generazioni, sabato 10 febbraio

Mantova, in programma il carnevale per le famiglie

Segni d’infanzia ha scelto sabato 10 febbraio per celebrare il suo “ideale” Capodanno, inteso come l’inizio di un nuovo anno di attività sul territorio (e non solo). L’anno 2024 vedrà, infatti, nel calendario di Segni d’infanzia una serie di iniziative ed eventi diversi dal solito, realizzati sul territorio insieme al suo pubblico di giovani, famiglie e scuole: un pubblico in costante evoluzione, crescita e nascita poiché è il pubblico delle nuove generazioni.

Ne hanno parlato l’assessora alle Politiche e Servizi per la Famiglia e Genitorialità del Comune di Mantova Chiara Sortino, l’assessora alla Pubblica Istruzione Serena Pedrazzoli, il direttore della Fondazione Palazzo Te Stefano Baia Curioni, l’attrice e operatrice teatrale per il progetto “Generare il Futuro: dalla scuola alla città” Sara Zoia, la direttrice artistica di Segni d’infanzia Cristina Cazzola e la responsabile organizzativa di Segni d’infanzia Monica Colella.

L’associazione mantovana con sede in Valletta Valsecchi organizza e cura – in collaborazione con il Comune di Mantova e la Fondazione Palazzo Te – da oltre un quarto di secolo il Carnevale di Mantova a Palazzo Te, un’occasione dedicata in particolare alle nuove generazioni. Nel 2024 la 26ª edizione di questo festoso evento è in programma proprio sabato 10 febbraio, animando la suggestiva villa giuliesca a partire dalle 15.

Segui La Milano sul nostro canale Whatsapp

Ciò che rende il 10 febbraio ancor più speciale come celebrazione per l’inizio del nuovo anno per la community e il pubblico Segni è l’annuncio, durante il Carnevale di Mantova a Palazzo Te, del nuovo animale simbolo di Segni 2024: una figura totemica che accompagnerà con un sottile fil rouge tutti gli eventi dell’anno e il tanto atteso concorso “Colora e (racconta) l’Animale Simbolo” con le scuole, culminante in Segni New Generations Festival (in programma il prossimo autunno).

Oltre alla magia del Carnevale, Segni d’infanzia propone alla cittadinanza un secondo evento nella stessa giornata – realizzato insieme al Comune di Mantova – che mette al centro l’obiettivo principale dell’associazione: rendere le nuove generazioni protagoniste. L’appuntamento è sabato 10 febbraio alle 18.30 con “Generare il Futuro al Bibiena”, che vedrà sul palcoscenico gli studenti della scuola secondaria di I grado Bertazzolo che in queste settimane hanno seguito i laboratori di teatro a cura di Segni d’infanzia insieme a degli artisti-danzatori di fama internazionale.

Nabuzardan a Palazzo Te. Il programma

Il tradizionale Carnevale dal suggestivo nome Nabuzardan, vedrà il pubblico come protagonista di divertenti ed affascinanti attività, che si svolgeranno simultaneamente in diverse sale della splendida villa di Palazzo Te, dalle 15 alle 18 di sabato 10 febbraio.

Lo staff di Segni d’infanzia, composto anche dai fantastici volontari e volontarie, accoglierà il pubblico già dalle 14.45 all’ingresso principale del museo per poi dare inizio all’evento alle 15 nel Cortile D’Onore con il grande annuncio che svelerà l’identità del nuovo animale simbolo dalla direttrice artistica Cristina Cazzola.

A seguito dell’annuncio dell’animale simbolo, circondati dalla meravigliosa cornice del Cortile d’Onore, il pubblico potrà scegliere a quale attività partecipare, nell’ordine preferito, distribuendosi tra i vari spazi di Palazzo Te a disposizione: sarà necessario seguire le indicazioni di orario d’inizio attività che verranno poste su dei totem di legno contenenti gli orari delle diverse repliche di spettacolo.

L’animale totem appena scoperto, sarà protagonista di letture animate tutte da scoprire all’interno dell’affascinante Grotta dell’appartamento del Giardino Segreto, a cura di Daniele Tessaro.

Mentre, sotto il Loggiato di Davide, sarà presente un’attività laboratoriale con alcune postazioni in cui i più piccoli potranno cimentarsi nell’elaborare la propria versione dell’animale simbolo appena svelato in anteprima. Gli elaborati di questo laboratorio verranno pubblicati in una ‘gallery’ a disposizione per gli adolescenti e giovani adulti che parteciperanno al concorso per realizzare l’animale che diverrà il visual di Festival Segni 2024 (Open Call Artisti 2024 che sarà pubblicata la sera del 10 febbraio).
In Cortile d’Onore, il giovane collettivo Lan De-Sì, porterà in scena l’elegante Martha Landi e la sconclusionata raccontastorie Boudu, per una performance artistica che ripercorrerà la storia degli animali simbolo più antichi, rievocando attraverso il suo calderone le forme ed i colori degli animali delle scorse edizioni del Festival, accompagnando gli spettatori a conoscere l’Icona del 2024 di Segni. La Via Invisibile – questo il nome – sarà ricca di scoperte ed insegnamenti utili per gli spettatori grandi e piccini.
Nella Sala dei Cavalli ci aspettano acrobazie sensazionali tra gli affreschi gonzagheschi con Milo Scotton, l’artista fondatore della compagnia ArteMakìa con esperienza trentennale nel campo dell’arte circense, che incanterà il pubblico grazie alla maestria nell’uso degli strumenti del Circo Teatro, ma non solo: corpo e movimento si uniscono alla musica, aprendosi in una dimensione narrativa inconsueta nella pratica circense tradizionale.

A fare da cornice alle attività proposte è il sempre amato truccabimbi che presenzierà per tutta la durata dell’evento, pronto a soddisfare le richieste dei più piccoli ed aggiungere un tocco di magia a colori a rendere travestimenti e maschere ancora più unici.

Come partecipare

A partire da giovedì 1° febbraio sarà possibile acquistare il biglietto d’ingresso, in biglietteria, presso la sede di Segni d’infanzia di via Volta 9/B, a Valletta Valsecchi. Per maggiori informazioni il numero di biglietteria è 0376 752882. Si consiglia di acquistare il prima possibile il proprio biglietto (5 euro a persona, a partire dai 18 mesi) in quanto i posti sono a capienza limitata per permettere una migliore fruizione dei diversi contenuti proposti.

La biglietteria sarà aperta fino a venerdì 9 febbraio – escluso sabato e domenica – dalle 11 alle 13 e martedì 6 febbraio anche nel pomeriggio, dalle 16 alle 18.

Generare il Futuro al Bibiena, il programma

Le opportunità di spettacolo per la giornata del Carnevale 2024 a Mantova si moltiplicano, includendo non solo l’evento a Palazzo Te ma anche una rappresentazione teatrale nell’ambito del progetto “Generare il Futuro: dalla scuola alla città”, in collaborazione con l’Assessorato alla Pubblica Istruzione del Comune di Mantova. Presso il Teatro Bibiena, si terrà un eccezionale appuntamento che vedrà in scena un artista internazionale e gli studenti della scuola secondaria di primo grado “Bertazzolo”.

Sabato 10 febbraio ci sarà il primo evento aperto alla città di questo progetto, realizzato con gli alunni della 1^C, 3^D ed un gruppo misto pomeridiano della “Bertazzolo”, i quali hanno partecipato al laboratorio teatrale con Cristina Cazzola, direttrice Artistica di Segni d’infanzia, e Sara Zoia, attrice, insieme agli artisti danzatori internazionali della compagnia svizzera Joshua Monten Dance Company. Il percorso porta i ragazzi sul palco del Bibiena per vivere a pieno l’esperienza teatrale, mostrando al pubblico le pratiche assimilate durante gli incontri settimanali dove hanno imitato e assimilato insieme al coreografo Joshua Monten i gesti e i movimenti che gli artisti membri della compagnia realizzano nella performance “Faking It” (in italiano “simulando” o “imitando”).

Come partecipare

Il Teatro Bibiena apre le porte alle 18.15 per accogliere non solo i famigliari dei ragazzi protagonisti, ma anche il tutto pubblico che potrà accedere gratuitamente con prenotazione obbligatoria tramite la piattaforma Eventbrite.it, a partire da giovedì 1° febbraio, giorno di apertura della biglietteria. L’evento ha inizio alle 18.30 e terminerà intorno alle 20.

Il commento dell’assessora Chiara Sortino

“E’ un evento molto atteso dalla città, un’occasione per vivere un momento di gioco, festa, spettacolo e arte, nella meravigliosa cornice di Palazzo Te. Un pomeriggio di festa dedicato a tutti, alle famiglie, ai ragazzi, che promuove socialità e cultura. Ringrazio Segni d’Infanzia per accompagnare da molti anni il Comune di Mantova in momenti importanti e tradizionali che scandiscono l’anno con eventi di straordinaria magia”.
Mantova, in programma il carnevale per le famiglie

Riproduzione riservata © Copyright La Milano

×