Macerata, Comune e Musicultura insieme per il Festival della canzone popolare e d’autore.

Approvato dalla Giunta l'accordo triennale negli anni 2023, 2024 e 2025 per la collaborazione artistica

Macerata, Comune e Musicultura insieme per il Festival della canzone popolare e d’autore.

Confermata la collaborazione tra il Comune di Macerata e Musicultura: la Giunta dà il via all’accordo triennale. È stato decretato nei giorni scorsi dalla Giunta comunale lo schema di convenzione per delineare, su base triennale, il rapporto di collaborazione con l’Associazione Musicultura; il Comune, per il 2023, 2024 e 2025 metterà a disposizione l’Arena Sferisterio, il teatro Lauro Rossi e ulteriori spazi, piazze e strutture comunali per permettere le attività della manifestazione oltre a contribuire economicamente alla realizzazione del Festival della canzone popolare e d’autore.

«Musicultura è uno degli asset culturali più prestigiosi del nostro territorio e il valore unico che ha assunto, di anno in anno, acquisendo grande capacità promozionale a livello nazionale grazie all’indiscutibile livello artistico, non può che riversarsi sulla città con un’evidente capacità di valorizzazione – ha comunicato il sindaco Sandro Parcaroli -; su questi presupposti, abbiamo ritenuto strategico un ancora maggior supporto per essere sempre più al fianco del festival».

«La convenzione triennale consente una programmazione pluriennale, con tutti gli immaginabili vantaggi in termini organizzativi, operativi e artistici – ha poi riportato l’assessore agli Eventi Riccardo Sacchi -. Auspichiamo, dunque, una sempre maggiore sinergia e collaborazione tra il festival – che ormai fa parte del DNA di Macerata -, l’Amministrazione e la città. Stella polare, come sempre, dovrà essere la qualità degli eventi culturali e musicali in combinato disposto con il ritorno in termini di marketing territoriale, di ricaduta economica e di incoming turistico».

«Questa convenzione è la naturale conseguenza della proficua collaborazione che ha fin qui contraddistinto il rapporto tra Musicultura e l’Amministrazione, che così viene ulteriormente a consolidarsi – ha aggiunto il presidente di Musicultura Stefano Caperna -. In un contesto oggettivamente complicato, diamo atto al Comune di avere fatto un passo importante nella direzione auspicata».

«Vorrei sottolineare l’importanza del ritorno alla prospettiva triennale – ha terminato il direttore artistico dell’associazione Ezio Nannipieri -. Sia perché consente a Musicultura di progettare e programmare meglio, e con minor assillo, le attività con cui cerca di favorire da sempre in città e attraverso i media un coinvolgimento sano e articolato di spettatori e artisti, sia perché da parte del Comune di Macerata riflette una visione lungimirante che si traduce in scelte concrete».

Macerata, Comune e Musicultura insieme per il Festival della canzone popolare e d’autore.

 

LEGGI ANCHE

Commenti
Loading...