fbpx
CAMBIA LINGUA

La Spezia: Simone Cristicchi in “Paradiso dalle tenebre alla luce”

Dalla Divina Commedia di Dante Alighieri scritto da Simone Cristicchi in collaborazione con Manfredi Rutelli musiche di Valter Sivilotti, Simone Cristicchi canzoni di Simone Cristicchi, videoproiezioni Andrea Cocchi, disegno luci Rossano Siragusano, aiuto regia Ariele Vincenti, regia di Simone Cristicchi

La Spezia: Simone Cristicchi in “Paradiso dalle tenebre alla luce”.

Lo spettacolo, di cui Cristicchi è regista, attore e autore delle canzoni – nonché co-autore del testo insieme a Manfredi Rutelli e delle musiche con Valter Sivilotti – è un viaggio poetico e originale nel poema dantesco.

In ogni uomo abita una nostalgia dell’infinito, un senso di separazione, un desiderio di completezza che lo spinge a cercare un senso alla propria esistenza.

La Spezia: Simone Cristicchi in "Paradiso dalle tenebre alla luce"

Segui La Milano sul nostro canale Whatsapp

Il compito dell’essere umano è dare alla luce se stesso, cercando dentro all’Inferno – che molto spesso è da lui edificato – barlumi di Paradiso: nel respiro leggero della poesia, nella magnificenza dell’arte, nelle scoperte della scienza, nel sapientissimo libro della Natura.

A partire dalla cantica dantesca, Simone Cristicchi scrive e interpreta il racconto di un viaggio interiore dall’oscurità alla luce, attraverso le voci potenti dei mistici di ogni tempo, i cui insegnamenti, come fiume sotterraneo, attraversano i secoli per arrivare con l’attualità del loro messaggio, fino a noi. La tensione verso il Paradiso è metafora dell’evoluzione umana, slancio vitale verso vette più alte, spesso inaccessibili: elevazione ed evoluzione.

Riproduzione riservata © Copyright La Milano

×