fbpx

La Spezia: oltre mille persone per l’inaugurazione del Rifugio Antiaereo Quintino Sella, per il progetto “La Spezia Forte”

La galleria è aperta al pubblico gratuitamente dal 2 all’11 giugno, con visione dell’installazione multimediale "Sotto le bombe – La Spezia 18 aprile 1943".

La Spezia: oltre mille persone per l’inaugurazione del Rifugio Antiaereo Quintino Sella, per il progetto “La Spezia Forte”.

Oltre 1000 persone hanno visitato l’ex ricovero “Quintino Sella-Manzoni-Sant’Agostino”, conosciuto come Rifugio Antiaereo Quintino Sella, in Via del Prione, inaugurato venerdì 2 giugno, dal Sindaco della Spezia Pierluigi Peracchini alla presenza delle massime autorità, la Regione Liguria, e da moltissimi cittadini che hanno potuto ammirare la struttura totalmente restaurata, la quale si inserisce all’interno del progetto “La Spezia Forte”, attraverso il quale sono stati già precedentemente riqualificati il Parco delle Mura, il Parco della Rimembranza e la Batteria Valdilocchi.

Nel corso della visita è stato possibile assistere, attraverso un’installazione multimediale dal titolo Sotto le bombe – La Spezia 18 aprile 1943, al ricordo del tragico bombardamento che ha segnato la nostra città e dei fatti terribili della Seconda Guerra Mondiale. La galleria sarà aperta al pubblico gratuitamente dal 2 all’11 giugno, dalle ore 11 alle ore 19 (ultimo ingresso ore 18), con visione dell’installazione multimediale Sotto le bombe – La Spezia 18 aprile 1943.

Nelle prossime settimane invece sarà possibile assistere ad un percorso multimediale più ampio, durante il quale si potrà conoscere la storia della Città della Spezia dal Trecento al Novecento, attraverso la voce narrante di personaggi e le immagini di luoghi iconici del nostro territorio. Un racconto avvincente sulla storia della Spezia, che passa da Simon Boccanegra al corsaro Gattilusio, da una monaca del perduto monastero delle Clarisse, da Domenico Chiodo all’affascinante Contessa di Castiglione, fino ad oggetti simbolo della città. Ricordi, testimonianze e memoria rievocano un passato del quale, spesso, non sono rimaste che poche tracce.

Segui La Milano sul nostro canale Whatsapp

Il sindaco della Spezia Pierluigi Peracchini dichiara: “L’evento di inaugurazione di ieri è stato molto partecipato da cittadini e turisti, che hanno potuto ammirare uno dei luoghi più simbolici della nostra città per la prima volta completamente restaurato. Sono contento che le persone abbiamo potuto vedere un luogo rimasto nell’ombra per molti anni a cui abbiamo ridato vita e assistito alla rievocazione del bombardamento del 18 aprile 1943. Un’installazione che ho fortemente voluto per mandare un messaggio di pace e rammentare a tutte le generazioni che la guerra è solo portatrice di sofferenza.

Nei prossimi mesi saranno pronte anche le altre installazioni che raccontano la storia della nostra città. Il Rifugio Antiaereo Quintino Sella è un importante passo avanti nel progetto Spezia Forte e uno straordinario risultato che abbiamo grazie al lavoro degli uffici comunali e degli operai che hanno lavorato a ritmi sostenuti per poterla inaugurare il 2 giugno. Ringrazio la Regione Liguria che ha finanziato il progetto, l’azienda di comunicazione Acmè 04, che ha realizzato i prodotti multimediali insieme al settore cultura, l’Associazione 92esima Divisione Buffalo, per aver portato i mezzi storici in via Prione e tutta l’organizzazione che continuerà a permettere le visite nelle prossime settimane”.

La Spezia: oltre mille persone per l'inaugurazione del Rifugio Antiaereo Quintino Sella, per il progetto “La Spezia Forte”

Riproduzione riservata © Copyright La Milano

×